Incentivi alle scuole del Piemonte per gite in montagna e attività all’aperto

327

La Regione Piemonte ha stanziato quasi 200 mila euro per finanziare le scuole statali del primo ciclo (elementari e medie) che presenteranno progetti i quali prevedano gite in montagna e attività sportive all’aperto.

gite in montagna scuole
Contributi regionali da 500 a 1500 euro destinati alle scuole del Piemonte, per finanziare attività all’aria aperta e gite in montagna [immagine di repertorio]
L’assessore all’Istruzione della Regione Piemonte, Elena Chiorino, ha annunciato che è stato stanziato un totale di quasi 200 mila euro di contributi destinato alle scuole statali del primo ciclo (ovvero le elementari e le medie) per finanziare l’organizzazione di gite in montagna e attività sportive all’aperto.

Due le linee d’azione alle quali candidarsi:

  • una giornata dedicata agli sport di montagna;
  • integrazione delle attività sportive all’aperto, sia fuori dal contesto scolastico che nell’ambito delle palestre, dei cortili e dei giardini degli istituti.

5 libri sulla montagna da regalare a Natale

Ogni istituto potrà presentare un solo progetto per linea di intervento: chi sarà ammesso in graduatoria potrà ricevere un contributo di 1500 euro per lo sport di montagna e di 500 euro per le attività sportive.

“In attesa del piano straordinario del Governo -sostiene l’assessore all’Istruzione Elena Chiorino la Regione Piemonte vuole dare fin d’ora un segnale concreto, incentivando le scuole ad organizzare attività ludico/sportive al di fuori dalle classi, anche per recuperare la dimensione della socialità. Soprattutto tra i bambini più piccoli, l’attività motoria resta la Cenerentola, mentre al contrario va assolutamente potenziata mediante convenzioni con le società sportive, ma anche valorizzando la psicomotricità e il gioco collettivo come elementi fondamentali nella crescita dei bambini e dei ragazzi. Potremo così dare ai nostri bambini la possibilità di recuperare le mancate esperienze e il tempo trascorso tra Dad e lockdown anche attraverso lo sport durante la scuola”.

Una Montagna Sacra per il centenario del Parco Nazionale del Gran Paradiso