A Pralormo fioriscono 100 mila tulipani

352

Compie vent’anni la manifestazione “Messer Tulipano”, che propone allestimenti floreali con tulipani (e non solo) nel castello di Pralormo.

tulipani messer tulipano pralormo

Dal 30 marzo al 1 maggio torna a Pralormo “Messer Tulipano”, ventesima edizione della kermesse botanica che vede la fioritura di 100 mila tulipani di molteplici varietà all’interno delle mura del castello.

L’allestimento prevede un “giardino di ispirazione olandese”, allestito con vialetti di conchiglie ornamentali, muscari blu, tulipani bianchi, tulipani bianchi con screziature rosa, giacinti e tulipaniere di porcellana bianca e blu che ricordano le famose porcellane olandesi Delft. 

Nel Viale dei Sultanidedicato alla Turchia, con varietà botaniche che testimoniano i primi tulipani presenti in Turchia fin dal XV secolo- si possono ammirare tulipani botanici, come il Saxatilis, Sylvestris, Oculis Solis, a cui sono affiancati tulipani con petali a punta, denominati Fiori di Giglio, come i Ballerina, i Gavota e gli Elegant Lilies, ma anche un arco turco e i ritratti di alcuni sultani particolarmente appassionati di tulipani. 

Infine ad accogliere i visitatori c’è un grande numero 20 fatto di violette sui toni del bianco e blu (colore guida di quest’anno) in mezzo a centinaia di girandole bianche. 

Accanto alla colorata passeggiata nel parco, cuore dell’evento, sono in programma esposizioni e allestimenti a tema, quest’anno incentrati sui viaggi botanici dei “cacciatori di piante”.
È stato progettato un allestimento il più possibile immersivo con ricostruzioni di come i ricercatori viaggiavano, come si vestivano, come dormivano, come trasportavano le piante -spiegano gli organizzatori di Messer Tulipano- Ma anche che pericoli affrontavano, per far capire bene che è grazie alla loro passione, coraggio e determinazione se oggi abbiamo piante magnifiche nei parchi, spezie che insaporiscono i nostri cibi e soprattutto medicine che curano tante malattie“. 

Ci sono inoltre una zona dedicata alle spezie e alle porcellane, che venivano trasportate insieme alle piante nelle stive delle navi della Compagnia delle Indie inglese, olandese e francese, e una zona sulla farmacia. 

Uno spazio separato è invece dedicato ai viaggi dei bulbi di tulipano, con lo studiolo dell’anatomopatologo Doctor Tulp che cambiò il cognome e lo stemma per la passione per questo fiore.
I bellissimi dipinti del pittore-viaggiatore Stefano Faravelli arricchiscono l’esposizione. 

A completare l’offerta, come sempre, un’area shopping e la caffetteria, oltre a tanti eventi per bambini e famiglie.
Il programma completo della manifestazione si trova sul sito www.castellodipralormo.com.

Orario di apertura (anche in caso di pioggia): dal lunedì al venerdì 10-18; sabato, domenica e festivi 10-19.
Ingresso 9 euro intero, 7 euro gruppi prenotati e convenzioni; 5 euro bambini dai 4 ai 12 anni; gratuito fino a 4 anni.
Possibili anche visite al castello, con biglietti combinati con l’ingresso al parco.