Nicco scrive a Cirio: “Aiutate i negozi di scarpe!”

227

Battaglia politica dell’ex sindaco di Villastellone, Davide Nicco, a tutela dei negozianti di scarpe, penalizzati dall’ultimo DPCM.

negozio chiuso protesta negozi scarpe Davide Nicco
Il consigliere regionale Davide Nicco, ex sindaco di Villastellone, ha evidenziato la situazione paradossale che riguarda i negozi di calzature dopo l’ultimo DPCM di novembre,

Prosegue l’impegno dell’ex sindaco di Villastellone, Davide Nicco, a tutela delle categorie più penalizzate dall’ultimo DPCM, sottolineando il caso paradossale che riguarda i negozianti di calzature.

Nicco, oggi consigliere di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte, ha inviato una lettera aperta al presidente Alberto Cirio per segnalare “come l’approssimazione del Governo rischi di danneggiare gravemente una categoria di commercio al dettaglio importante e numerosa come quella dei negozi di scarpe, ad oggi esclusi da qualunque forma di ristoro prevista dal Governo“.

Nella lettera, Nicco sottolinea come sia “paradossale che mentre i negozi di scarpe vengono esclusi i venditori ambulanti dello stesso tipo di prodotto vengono inclusi“, chiedendo a Cirio di attivarsi presso il Governo e, in caso di mancata risposta, di prevedere un intervento regionale a supporto di questa categoria.

Commercianti di Carmagnola, uniti contro la crisi