Nominato il “manager” del Distretto del Commercio di Carmagnola

224

Il dirigente comunale Renzo Sola è stato scelto per ricoprire il ruolo di manager del Distretto del Commercio di Carmagnola. Ecco idee, proposte e sfide che lo attendono.

Renzo Sola manager Distretto del Commercio Carmagnola
Lorenzo Sola, dirigente comunale e neo-manager del Distretto del Commercio di Carmagnola

Il Distretto del Commercio di Carmagnola prosegue nel suo percorso di avvio e organizzazione, con la nomina del “manager” che si occuperà di gestire e dirigere la struttura.

Il Comune ha individuato nella figura del proprio dirigente Renzo Sola la persona più idonea a ricoprire questo ruolo, vista anche la sua forte esperienza sia in ambito organizzativo che nella gestione degli uffici pubblici a lui assegnati. L’incarico verrà svolto gratuitamente, all’interno degli ambiti lavorativi per i quali Sola già è sotto contratto con l’Ente.

Il Distretto è una grande opportunità per promuovere le attività commerciali e rilanciare il Commercio cittadino -commenta a caldo il neo-manager, raggiunto da Il Carmagnolese- Per farlo funzionare bene, però, occorre che tutti facciano la loro parte, adottando una visione moderna del settore e mettendo da parte vecchi modi di pensare“.

Definita l’organizzazione del Distretto del Commercio di Carmagnola

Come fare a rilanciare il Commercio carmagnolese?
Servono progetti e proposte concrete con cui partecipare ai bandi regionali, in modo da riuscire a ottenere i finanziamenti necessari a innovare, intervenendo lì dove serve davvero.

Quali sono, a suo giudizio, alcune delle priorità a livello locale?
Bisogna partire dalle piccole cose, ma fondamentali per ciascun commerciante affinché la sua impresa possa andare avanti e, possibilmente, migliorare. Penso a un sostegno per chi è in difficoltà a pagare l’affitto o altre spese fisse; a un supporto a chi vuole digitalizzare, aprendo un e-commerce; alla valorizzazione delle aree cittadine meno privilegiate…

Che idee avete già in mente?
Le idee sono molte: da misure per contrastare il diffondersi di locali sfitti al prolungamento degli appuntamenti autunnali dopo la Fiera del Peperone, a coprire almeno tutte le domeniche di settembre. Purtroppo per renderle concrete servono dei fondi.

Locali sfitti a Carmagnola, un piano contro la desertificazione commerciale

Quali sono le principali sfide che, come manager, si trova ora ad affrontare?
Innanzitutto proprio quella economica, in quanto al momento il Distretto vive di bandi ma non ha risorse proprie. Per fare molte delle cose che ritengo necessarie e urgenti, invece, servirebbe poter contare su un budget fisso, da poter investire secondo le necessità e in un’ottica più generale, senza troppi vincoli a precisi progetti. Questo è un punto che intendo a breve far presente personalmente alla Regione.

Il primo passo di Sola da neo-manager, comunque, sarà quello di incontrare i vertici dell’Ascom carmagnolese e parlare con i commercianti, per capire le reali necessità individuali e del settore. “Questa è la partenza, poi vedremo dove arriviamo...”.

Rinnovato il Direttivo Ascom Carmagnola, Lanfranco confermato presidente