All’ospedale di Carmagnola è stata riattivata un’area per i pazienti con il Covid

169

All’ospedale San Lorenzo di Carmagnola torna a essere presente un’area dedicata esclusivamente ai pazienti con il Covid, con sette letti a disposizione. “Ma non si tratta di un reparto ad hoc”, specificano dall’Asl TO5.

covid ospedale carmagnola
All’ospedale San Lorenzo di Carmagnola torna a essere presente un’area dedicata solamente ai pazienti positivi al Covid-19

Un’area dedicata esclusivamente ai pazienti (già ricoverati) positivi al Covid-19 è stata nuovamente aperta nelle scorse ore all’interno dell’ospedale San Lorenzo di Carmagnola, con sette letti a disposizione, al momento parzialmente occupati.

Non si tratta di un reparto Covid come è stato presente fino a inizio giugno, bensì soltanto un’area a parte in cui vengono isolate le persone già ricoverate per altre patologie, che risultano positive al tampone durante la loro permanenza all’interno della struttura di cura“, spiega il portavoce dell’Asl TO5, interpellato in merito da “Il Carmagnolese”.

Covid, fiammata dei contagi nel Carmagnolese: si torna oltre 1000 positivi

L’unico reparto Covid “ufficiale” presente oggi nel territorio dell’Azienda sanitaria è quello dell’ospedale Maggiore di Chieri, dove all’ultimo aggiornamento (del 6 ottobre) risultavano attivati 22 posti letto, di cui 21 occupati.

Non c’è il rischio che Carmagnola possa assorbire eventuali esuberi da Chieri, qualora lì si dovesse raggiungere la saturazione, visto anche il recente aumento dei contagi sul territorio? “Per ora non è un’opzione prevista -specificano dall’Asl- Anche perché il tasso di dimissioni nel nosocomio chierese è abbastanza elevato”.

Covid in Piemonte, al via la quarta dose per gli over12

Nessun rischio -stando alle dichiarazioni dell’Asl TO5 rese a “Il Carmagnolese”- anche per quanto riguarda una possibile nuova chiusura, anche parziale, del Pronto Soccorso di Carmagnola (o di altri reparti del San Lorenzo) in modo da fornire personale medico e infermieristico da dedicare ai pazienti con il Coronavirus.

Al contrario, la nuova area Covid attivata all’interno dell’ospedale di Carmagnola serve proprio a evitare di dover chiudere reparti per fare spazio ai malati Covid, consentendo ai diversi pazienti di proseguire con le cure per le loro patologie principali, senza essere spostati altrove“, concludono dall’Azienda sanitaria, specificando che al momento nessuno dei ricoverati -pur risultando positivo al tampone- presenta sintomi gravi legati al virus Sars CoV-2.

“Ospedale di Carmagnola al collasso”: l’accusa dell’onorevole Ruffino (Azione)