“Ospedale di Carmagnola al collasso”: l’accusa dell’onorevole Ruffino (Azione)

223

L’onorevole Daniela Ruffino, appena rieletta alla Camera nelle liste di Azione, denuncia carenze di personale all’ospedale San Lorenzo di Carmagnola: “la Regione Piemonte deve intervenire”.

ospedale san lorenzo carmagnola onorevole ruffino personale
L’onorevole Ruffino, eletta con il Terzo Polo nel collegio plurinominale di Carmagnola, lancia l’allarme: “rischio di carenza di personale per l’ospedale San Lorenzo”

Lo stato che sta vivendo la nostra Sanità pubblica periferica è al limite dell’abbandono: l’ospedale di Carmagnola, al pari dei presidi Chieri e Moncalieri, è tra gli ospedali in cui manca il personale sanitario, analogamente a Cuorgnè, Castellamonte e Ivrea“: lo denuncia l’onorevole Daniela Ruffino, rieletta deputata alle ultime elezioni politiche nel collegio plurinominale del territorio, tra le fila del Terzo Polo (Azione – Italia Viva).

Se ospedali come il San Lorenzo riescono a funzionare è solo per gli appalti vinti da cooperative esterne che inviano a turno medici e infermieri -prosegue Ruffino- Se questi disgraziatamente dovessero venire meno, però, il nostro territorio e tutta la popolazione non avrebbero più una prima risposta alle urgenze sanitarie. E’ un fatto molto grave“.

L’onorevole Ruffino sollecita il Governo sul deposito nucleare

Le accuse vengono quindi indirizzate alla gestione da parte della Giunta regionale del Piemonte, guidata da Alberto Cirio, che ha la competenza sul sistema sanitario locale: “La Regione è ferma. Si sta sottovalutando, ma anche rischiando, di far mancare alle nostre Comunità quello che è un diritto tutelato costituzionalmente“, sottolinea la deputata centrista.

Ruffino aggiunge quindi la propria proposta: “Bisogna tornare ad assumere giovani medici e rendere più attrattivo il lavoro nei piccoli ospedali e la vita nei piccoli centri urbani -conclude- È ora che la Regione faccia delle scelte. Non possiamo lasciare in sofferenza la Sanità regionale e la popolazione a rischio. Davanti a una emergenza del genere bisogna agire”.

Covid in Piemonte, al via la quarta dose per gli over12