Piobesi: il Comune ha ottenuto la qualifica di “Città che legge”

120

Il Comune di Piobesi Torinese ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2022-2023: il riconoscimento arriva dal Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura.

piobesi torinese biblioteca civica città che legge libro lettura qualifica ministero cultura
Il Comune di Piobesi Torinese ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2022-2023, da parte del Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura (foto: www.cepell.it)

Il Comune di Piobesi Torinese ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” 2022-2023, insieme ad altri quaranta Comuni piemontesi. Il riconoscimento giunge dal Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura, che ha l’obiettivo di mettere in pratica politiche di diffusione del libro e della lettura sul territorio italiano, nonché di promuovere il libro e la cultura italiana anche all’estero.

Durante l’estate 2022 il Comune di Piobesi Torinese aveva sottoscritto il Patto per la Lettura con la biblioteca civica piobesina, le associazioni del territorio, le scuole e i commercianti locali. “Questa rete di collaborazione nata a Piobesi è sempre più viva e nutrita di idee, obiettivi, progetti e aspirazioni –comunicano dal municipio e dalla biblioteca di Piobesi- Ovviamente le cose belle non nascono all’improvviso, ma sono frutto di una convergenza di intenti, di lavoro quotidiano, di attenzione alla cultura e alle persone. E questo nel nostro Comune è svolto come prassi radicata da anni“.

La qualifica di “Città che legge”, sostenuta dal Centro per il libro e la lettura insieme all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare le Amministrazioni comunali che svolgono con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio. “Attraverso la qualifica si vuole riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva“, si legge sul sito del progetto.

Osasio, la scuola si arricchisce con un murales e un nuovo albero