Premio Giornalistico del Roero, tutti i vincitori

591

Si è tenuta a Sommariva del Bosco la 33° edizione del Premio Giornalistico del Roero; tra i vincitori della sezione internazionale l’americano Tom Mullen e Nadia Toppino.

Premio Giornalistico del Roero
La premiazione si è tenuta in piazza Seyssel a Sommariva Del Bosco

Nell’affascinante scenario di piazza Seyssel a Sommariva Del Bosco si è svolta la 33° edizione del Premio Giornalistico del Roero. Alla cerimonia erano presenti, oltre al presidente della Giuria Gian Mario Ricciardi, il fondatore del Premio Giovanni Negro e il vicesindaco di Sommariva del Bosco Marco Pedussia.

L’evento è stata una grande occasione per celebrare il territorio del Roero con le proprie eccellenze paesaggistiche ed enogastronomiche.

Tra i vincitori del prestigioso riconoscimento, nella sezione internazionale, l’americano Tom Mullen, che ha presentato sulla rivista Forbes le colline del Roero come viaggio ideale nella “grande bellezza” e Nadia Toppino, che su diverse riviste in lingua inglese ha tracciato grandi ritratti di una bella terra.

Nella sezione articoli nazionali hanno prevalso le riviste specializzate, anche grazie alle tante degustazioni di vini online organizzate dal Consorzio per la tutela dei
vini del Roero, main sponsor del Premio; sono stati premiati, a parti merito, Francesco
D’Agostino di Cucine e vini, Alessandro Franceschini di Viniplus, Andrea Li Calzi di Lavinium e Michele Pizzillo di Cronache del gusto.

Infine, per quanto riguarda gli articoli locali, si sono aggiudicati il premio Gabriele Russo della Rai Tgr di Torino, per due reportage sul miele, Simona De Ciero del Corriere della
sera, con una bella pagina sulle tinche e sulle peschiere di Ceresole d’Alba e Valter Manzone della Stampa, per aver parlato del MuBatt, il museo della battaglia di Ceresole del 1544, che permette ai visitatori di approfondire il periodo storico in cui il Roero era al centro della contesa europea tra i Francesi di Francesco I e gli spagnoli di Carlo V.

Ceresole d’Alba valorizza e promuove la sua tinca