Proposte elettorali “dalla parte degli animali” ai candidati sindaco di Carmagnola

660

Le associazioni animaliste Lav e Amici di Wolf scrivono ai candidati sindaco di Carmagnola con alcuni punti “per una città su misura per gli animali”.

Carmagnola animali
Le associazioni Lav e Amici di Wolf chiedono ai candidati sindaco di Carmagnola di sottoscrivere alcuni punti a tutela degli animali

Le associazioni animaliste Lav Carmagnola e Amici di Wolf hanno elaborato una serie di proposte per “una città a misura di tutti gli esseri viventi”, uomini e animali, chiedendo ai tre candidati sindaco di inserirle tra le priorità dei loro rispettivi programmi elettorali.

Anche nella nostra città la maggioranza dell’opinione pubblica rivendica una sempre maggiore attenzione da parte delle istituzioni nei confronti delle politiche di protezione degli animali“, spiega Cristiana Cassinelli, responsabile della sede locale della Lav, che ringrazia Gaveglio, Elia e Frappampina per l’interesse dimostrato nei confronti del progetto e per i costruttivi momenti di confronto.

Elezioni a Carmagnola, il Tavolo Sostenibilità indica 12 priorità ai candidati

E prosegue: “Auspicando che il nostro breve programma venga realizzato nel prossimo quinquennio, l’abbiamo proposto a tutti gli aspiranti alla poltrona di sindaco, invitando a sottoscriverlo, tutto o in parte, con l’impegno a realizzarlo in caso di elezione. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che il Comune è il primo responsabile degli animali presenti sul territorio“.

Il documento sottoposto ai candidati parte dal regolamento comunale per la tutela e il benessere animale, del quale si chiede la piena applicazione, con il ripristino dell’originario divieto di fuochi artificiali, petardi e botti.

Mense scolastiche, un’opzione vegetariana in più per ridurre il consumo di carne

Lav e Amici di Wolf propongono, quindi, di realizzare incontri nelle scuole con rappresentanti del volontariato animalista e l’avvio di attività didattiche in materia di etologia, tutela e rispetto degli animali, promuovendo anche un’alimentazione etica e sostenibile nelle mense, con un giorno a settimana 100% vegetale e almeno un piatto vegetariano in ogni menù.

Gli altri temi affrontati sono quelli della gestione delle colonie feline, inclusa una convenzione con i veterinari dell’Asl TO5 per aumentare le sterilizzazioni, e del randagismo, con la promozione di campagne informative ed eventuali bonus per l’adozione degli animali.

Colonie feline di Carmagnola, nuovo appello delle volontarie