Grande successo per la Giornata dei Giardini delle Essenze a Racconigi

43

Nei giorni scorsi alcuni giardini di sei differenti Comuni della provincia di Cuneo, tra cui quello del Museo della Seta di Racconigi, hanno accolto centinaia di visitatori grazie a laboratori, animazioni e visite guidate.

Racconigi Giardini Essenze
In sei Comuni della provincia di Cuneo la prima edizione della Giornata dei Giardini delle Essenze

Il caldo di questi giorni non ha scoraggiato i tanti curiosi e visitatori che nei giorni scorsi hanno partecipato alla prima edizione della Giornata dei Giardini delle Essenze, promossa dall’Associazione Le Terre dei Savoia, in collaborazione con i Comuni di Bene Vagienna, Cavallermaggiore, Cherasco, Lagnasco, Racconigi e Savigliano.

Un importante momento di valorizzazione territoriale che ha consentito l’apertura simultanea di numerosi giardini, tra i quali l’Orto Tintorio di Cavallermaggiore, inaugurato proprio sabato 18 giugno alla presenza di autorità locali e regionali.

I partecipanti hanno potuto visitare: il Museo Giardino della Civiltà della seta “Mario Monasterolo” di Racconigi (con laboratori per la trattura della seta), l’Orto Romano di Bene Vagienna (con visita agli scavi di Augusta Bagiennorum e attività di riconoscimento delle piante), l’antico Orto dei Padri Somaschi e il Giardino dei Semplici di Cherasco (con corsi di cucina, yoga, custodia di piante aromatiche e animazione per bambini), il giardino delle Essenze di Lagnasco (dove si sono svolti laboratori per creare dipinti con la polvere di erbe) e il giardino dei Sensi del MÚSES di Savigliano, che ha invece accompagnato i più piccoli nella creazione di un erbario, aprendo parimenti le porte all’ESSICA LAB.

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita di
questa prima edizione della Giornata dei Giardini delle Essenze -hanno dichiarato il presidente dell’Associazione Le Terre dei Savoia e sindaco di Racconigi, Valerio Oderda, e la direttrice, Elena Cerutti- Siamo estremamente soddisfatti per il riscontro avuto in termini di pubblico perché abbiamo constatato interesse, partecipazione e coinvolgimento, sintomo che quest’intreccio tra natura, cultura e tradizione affascina e
appassiona“.

Sabato 25 giugno a Racconigi il MaD Festival