Un vademecum dell’Asl TO5 sulla dose booster del vaccino anti-Covid

2042

Dall’Asl TO5 alcune “domande e risposte” riguardo alla somministrazione della cosiddetta “terza dose” (booster) del vaccino anti Covid-19.

booster vaccino Covid
Dall’Asl TO5 alcuni chiarimenti per quanto riguarda la somministrazione della dose booster (terza dose) del vaccino anti-Covid (foto @Flickr)

Riceviamo dall’Asl TO5 alcuni chiarimenti, sotto forma di “domande e risposte”, in merito alla somministrazione della cosiddetta “terza dose” (booster) del vaccino anti Covid-19, sulla linea delle indicazioni fornite dalla Regione Piemonte.

Chi può fare la dose booster (ovvero la terza dose)?
Tutti i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale -cioè hanno ricevuto la seconda dose (o quella unica Janssen, ndr)- da almeno 150 giorni (cinque mesi) e che non siano affetti da patologie gravi.

Covid-19 nel Carmagnolese: aggiornamenti su contagi e vaccini

Come si aderisce a questa nuova fase della campagna vaccinale?
Le modalità di adesione alla campagna vaccinale variano a seconda dell’età del soggetto.  La persona over 80 viene convocata direttamente dall’Asl oppure dal proprio medico di Medicina generale (medico curante), se è anche vaccinatore. Se il soggetto non è trasportabile, la vaccinazione avviene a domicilio.
Le persone con un’età compresa tra 60 a 79 anni devono prenotare tramite la piattaforma www.ilpiemontetivaccina.it  (anche 15 giorni prima dello scadere dei 150 giorni), oppure rivolgendosi alle farmacie aderenti o ancora tramite il proprio medico curante, se è vaccinatore. Se non sono ancora prenotati, attendere la convocazione diretta da parte dell’Asl.

Chi ha un’età tra i 40 e i 59 anni, la prenotazione avviene tramite la piattaforma www.ilpiemontetivaccina.it (anche 15 giorni prima dello scadere dei 150 giorni) oppure nelle farmacie aderenti o attraverso il proprio medico curante, se è vaccinatore. Se i soggetti non sono ancora prenotati, occorre attendere la convocazione diretta da parte dell’Asl, dal 1° dicembre 2021.

Vaccino anti-Covid in Piemonte, terza dose anche nelle farmacie

Ci sono procedure particolari per quanto riguarda i soggetti vulnerabili?
I soggetti estremamente vulnerabili e immunocompromessi non devono prenotare ma vengono convocati dall’Asl su indicazione del proprio medico curante o Centro ospedaliero di riferimento.

E per quanto riguarda chi è guarito dal Covid?
Le persone che hanno contratto il Covid prima della prima vaccinazione possono effettuare la dose booster dopo 150 giorni dalla prima somministrazione del vaccino prenotando tramite la piattaforma www.ilpiemontetivaccina.it (anche 15 giorni prima dello scadere dei 150 giorni) oppure nelle farmacie aderenti o dal proprio medico curante, se è vaccinatore. Se, non ancora prenotati, devono attendere la convocazione diretta da parte dell’Asl dal 1° dicembre 2021.
Le persone che hanno contratto il Covid entro 14 giorni dopo la prima vaccinazione possono effettuare,  dopo 150 giorni dalla prima somministrazione, la seconda dose.
Per le persone che hanno contratto il Covid dopo 14 giorni dalla vaccinazione non è necessaria la somministrazione della seconda dose, ma è possibile effettuare una dose booster dopo 201 giorni dalla data di riscontrata positività.
Per le persone che hanno contratto il Covid dopo la seconda vaccinazione non è prevista la somministrazione della dose booster, non essendovi, al momento, indicazioni ministeriali.

Riaperto un reparto Covid all’ospedale San Lorenzo di Carmagnola