Vaccinazione prenatale, una campagna dell’Asl TO5

147

L’Asl TO5 lancia la campagna “Mamma proteggi tuo figlio prima che nasca” per promuovere la vaccinazione prenatale.

vaccinazione prenatale aslto5
L’Asl TO5 lancia un’iniziativa a favore della vaccinazione prenatale

Ha preso il via l’iniziativa dell’Asl TO5 a favore della vaccinazione prenatale, con lo slogan “Mamma proteggi tuo figlio prima che nasca”: un appello/suggerimento che la struttura del SISP lancia a tutte le donne che stanno cercando una gravidanza e a quelle che sono in attesa.

Nel primo caso si chiede alla donna di controllare insieme al proprio ginecologo di avere gli anticorpi contro morbillo, rosolia e varicella.

In caso contrario, è molto importante prenotare la vaccinazione ma solo prima di restare incinta. Il vaccino è infatti controindicato in gravidanza“, spiega il dottor Pierfederico Torchio, direttore del Servizio di Igiene e sanità pubblica.

Asl TO5 per le scuole, la Salute entra in classe

Nel caso in cui si è invece già in dolce attesa è fondamentale la vaccinazione anti-difterite, tetano e pertosse (DTP).

Questa è da effettuarsi ad ogni gravidanza, anche se la mamma è già stata vaccinata in precedenza -sottolinea il dottor Torchio- La vaccinazione è somministrabile dalla 27esima alla 36esima settimana di gestazione, idealmente intorno alla 28esima settimana e serve a proteggere il nascituro nei primi mesi di vita, fino a quando potrà iniziare le vaccinazioni dell’infanzia“.

vaccinazione prenatale indicazioni
Il vademecum dell’Asl TO5 per le future mamme [cliccare per ingrandire]
Per il vaccino DPT l’accesso è libero (dal lunedì al venerdì con orario 8:30-12 e 13:30-16) in tutte le sedi dell’Asl TO5: a Carmagnola in via Avvocato Ferrero, a Chieri in piazza Silvio Pellico e a Nichelino in via San Francesco d’Assisi.

Anche nei confronti dell’influenza è importante che la neomamma sia protetta poiché la malattia aumenta il rischio di ospedalizzazione, prematurità, basso peso del nascituro e interruzioni di gravidanza.

Le nascite premature sono causate anche dal particolato: una ricerca svedese lo conferma