Valeria Copperi presenta il libro “ViaggiAmo” in biblioteca a Carmagnola

461

Venerdì 2 luglio, nella biblioteca civica di Carmagnola, la scrittrice Valeria Copperi è ospite dell’Associazione Liberi Conversatori per presentare il libro “ViaggiAmo”. Introduce Alessandro Salamone.

Valeria Copperi Viaggiamo
Il libro “Viaggiamo” (Yume Edizioni) sarà presentato venerdì 2 luglio nella biblioteca civica di Carmagnola, introdotto da Alessandro Salamone, presidente dell’Associazione culturale Liberi Conversatori

La scrittrice Valeria Copperi, già autrice di “Viaggionauta“, sarà nuovamente protagonista venerdì 2 luglio 2021 alle ore 18, nella sala Solavaggione della biblioteca civica di Carmagnola in via Valobra 102, per presentare il proprio libro “ViaggiAmo”, ospite dell’Associazione culturale Liberi Conversatori.

La serata, a ingresso gratuito, si svolgerà nel rispetto delle misure anti-Covid in vigore e sarà introdotta dal presidente dell’Associazione, l’ex vicesindaco Alessandro Salamone.

Valeria Copperi, torinese, è un’insegnante di scienze umane e filosofia nonché travel blogger per passione, responsabile del sito “Viaggionauta, attivo dal 2015.
“ViaggiAmo” -pubblicato da Yume Edizioni nel 2020, in piena pandemia- è un libro strutturato in capitoli che prendono il nome dai colori dell’arcobaleno.

Valeria Copperi
Valeria Copperi è autrice dei libri “Viaggionauta” e “ViaggiAmo”

Il racconto si snoda ogni volta attraverso la partecipazione di famosi personaggi presi in prestito dalla storia, dalla filosofia, dall’arte e dalla cultura in generale, che lo arricchiscono di curiose sfumature e di nuove conoscenze -spiega l’autrice- Da Chagall a Hesse, Da Tolstoj a Ungaretti, da Terzani ad Chezanne: uomini che hanno fatto della vita un’impresa, un viaggio personale attraverso i loro sogni“.

A differenza del primo, “ViaggiAmo” è un libro geografico-emozionale. “Come sostengo da sempre il viaggio, per essere tale, deve provocare nel cuore un profondo cambiamento, non solo a livello mentale, ma spirituale, una crescita o magari una rinascita attraverso l’incontro con luoghi e persone che si interscambiano continuamente. Il viaggio diventa, infatti, proprio questa capacità di trasformarsi, di abbandonare schemi e mappe cognitive definite, per provare l’eccitazione di vivere qualcosa che ancora non conosciamo del tutto“, dettaglia Copperi.

In viaggio tra i profumi mediterranei con il progetto Mappae

In passato sono stati principalmente i filosofi, oggi sono gli psicologi sociali, del turismo e i neuropsicologi quelli che, con sempre maggior vigore, attribuiscono al viaggio indiscutibili effetti benefici -prosegue l’autrice- Viaggiare apre la mente, stimola il cambiamento e ci porta a vivere nuove dimensioni tutte da scoprire“.

Lo stile è personale, intimo; il volume si articola tra esperienze di viaggio (sempre compiute in prima persona) e si pone l’obiettivo di rivolgersi a un pubblico variegato: non solo agli appassionati di viaggi, ma a tutti coloro che vedono la vita come “il” viaggio.

Lo stupore del potersi reinventare in viaggio, del lasciarsi travolgere e inondare da eventi non considerati, la sorpresa di fronte all’imprevisto, la paura di quello che ancora è ignoto, sono sensazioni palpabili, necessarie e concrete che non possono essere né sminuite, né dimenticate“, conclude l’autrice.

Dal 1° luglio attivo il Green Pass europeo: cos’è e come funziona