“Venerdì dal Sindaco”: i protagonisti sono Virle e il sindaco Mattia Robasto

172

Il Comune di Virle Piemonte e il suo primo cittadino, Mattia Robasto, sono stati i protagonisti dell’ultima puntata della rubrica “Venerdì dal Sindaco” di Città Metropolitana di Torino.

Il sindaco di Virle Piemonte Mattia Robasto, ospite della rubrica “Venerdì dal sindaco” promossa dalla Città Metropolitana di Torino (foto: Youtube – Città Metropolitana di Torino)

Il Comune di Virle Piemonte è stato protagonista della rubrica “Venerdì dal Sindaco”, promossa dalla Città Metropolitana di Torino. Dall’intervista con il primo cittadino virlese Mattia Robasto sono stati realizzati un filmato e un articolo sulla rivista settimanale dell’Ente.

La rubrica propone reportage televisivi e interviste ai primi cittadini dei piccoli Comuni -spiegano dalla ex Provincia- Per vedere i filmati e i reportage fotografici del “Venerdì dal Sindaco” basta andare sul portale Internet della Città Metropolitana di Torino alla pagina dedicata“.

Inoltre è possibile leggere l’articolo tratto dall’intervista al sindaco virlese Mattia Robasto sulla rivista settimanale di Città Metropolitana di Torino, dal titolo “Cronache da Palazzo Cisterna”.

Il filmato, realizzato nel centro storico di Virle, permette di osservare il paese a 360 gradi grazie anche alle riprese aeree del territorio; l’intervista mette così a confronto sia l’anima di Virle legata alla terra e al lavoro, sia l’aspetto artistico del paese.

Il primo cittadino, Mattia Robasto, nell’intervista ha subito presentato la Portassa, oggi in fase di restauro: “Il più recente segno tangibile di una valorizzazione tuttora in corso è il cantiere di restauro conservativo della Portassa, l’unico lembo delle antiche mura medioevali rimasto in piedi“.

Virle, lavori per il restauro della Portassa e l’efficientamento energetico del municipio

Nel reportage un’importanza particolare è stata data al gemellaggio con Colonia Vignaud, Comune in provincia di Cordoba in Argentina; questo forte legame tra Comunità è testimoniato nel paese di Virle da alcuni murales, i quali ricordano proprio l’emigrazione di molti contadini virlesi in Sudamerica, avvenuta più di un secolo fa.

Nel 2017 abbiamo festeggiato i vent’anni del nostro gemellaggio e nel 2018 abbiamo organizzato un interscambio culturale, che ha consentito ad alcuni studenti dell’istituto agrario di Colonia Vignaud di visitare Virle e conoscere i luoghi dai quali i loro antenati erano partiti -ha sottolineato Robasto- Gli studenti argentini hanno inoltre potuto approfondire la conoscenza di nuove tecnologie agrarie, grazie alla collaborazione con l’Istituto agrario salesiano di Lombriasco“.

Mauricio Pochettino, un documentario sulle origini virlesi dell’allenatore del Psg

L’intervista si è poi soffermata sugli aspetti culturali del Comune di Virle, che secondo il primo cittadino gode di un clima sereno anche grazie all’importante ruolo delle Associazioni, le quali permettono l’organizzazione di eventi di svago e di valorizzazione del patrimonio storico-artistico.

Tra gli edifici da visitare, ad esempio, c’è la villa-castello dei conti Piossasco e il castello dei marchesi Romagnano, che può essere visitato all’interno delle iniziative sostenute dall’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Giornata nazionale delle dimore storiche 2020: cosa vedere sul territorio

Tra gli ultimi argomenti toccati nel reportage vi sono le risorse del PNRR: al sindaco Mattia Robasto è stato infatti chiesto quanto la sua esperienza di lavoro come vicesegretario generale del Comune di Trofarello (quindi esperto in materia amministrativa) sia di aiuto per l’Amministrazione di Virle. “Quella del PNRR sarà una sfida molto difficile, che per noi amministratori non potrà prescindere da lunghe ore di studio dei bandi a cui il Comune potrà partecipare -ha dichiarato Robasto- Noi a Virle abbiamo già impostato un percorso di completa riorganizzazione dell’erogazione dei servizi alla cittadinanza nel giro di alcuni anni. Lavoriamo alla realizzazione di un nuovo centro civico: una struttura che accorperà il polo dell’asilo nido e della scuola materna e primaria, la palestra, la biblioteca, l’archivio storico comunale e altri servizi“.

L’ultima domanda di Città Metropolitana al primo cittadino virlese si è concentrata su quanta passione sia necessaria per fare il sindaco. “Tanta passione -è stata la risposta- Ma è importante avere una buona squadra, che è una sorta di braccio armato, senza il quale il sindaco potrebbe fare ben poco“.

Virle: un nuovo polo scolastico e centro civico, con i fondi del PNRR