Giornata nazionale delle dimore storiche 2020: cosa vedere sul territorio

1187

Domenica 4 ottobre 2020 si svolge la decima edizione della giornata nazionale delle dimore storiche, con castelli, ville e parchi da visitare sul territorio carmagnolese.

dimore storiche tenuta berroni
Tenuta Berroni a Racconigi partecipa alla decima edizione della giornata nazionale delle dimore storiche, in programma domenica 4 ottobre 2020

Domenica 4 ottobre 2020, in un’inconsueta edizione autunnale, si svolgerà la decima giornata nazionale delle dimore storiche ADSI, fortemente voluta dopo il rinvio dell’appuntamento previsto la scorsa primavera.

Sono 27 le dimore storiche di Piemonte e Valle d’Aosta (di cui 5 alla loro prima giornata nazionale) che quest’anno si apriranno gratuitamente al pubblico, offrendo l’occasione a grandi e piccoli di vivere momenti di storia e di immergersi nei caldi toni del foliage autunnale all’interno di giardini e parchi storici.

Nell’area Carmagnolese, spiccano il parco castello di Sansalvà, nelle campagne di Santena -disegnato da Xavier Kurten, con la residenza storica, le serre e le pertinenze agricole- e il castello Galli della Loggia, a La Loggia, oltre al castello di Marchierù a Villafranca Piemonte, dimora che fra i suoi proprietari vanta l’aiutante di campo del principe Eugenio di Savoia durante l’assedio di Vienna.

Nel cuneese, invece, saranno possibili visite al castello di Sanfrè, che nel 1630 accolse Madama Reale e il suo seguito, con visite gratuite al parco e all’antica scuderia, e la tenuta Berroni di Racconigi, villa rococò di gusto francese dove furono attivi molti artisti che lavorarono al castello reale di Racconigi, con parco romantico rielaborato da Giacomo Pregliasco: visite gratuite al parco e al salone d’onore alle ore 11, 15 e 17. Possibili degustazioni all’agrigelateria AgriBerroni.

Foliage: i magici colori dell’autunno. Dove ammirarli

Per garantire il rispetto delle norme vigenti in tema di sicurezza, distanziamento e sanificazione, quest’anno è necessario prenotare la propria visita. Tutte le informazioni relative a orari, modalità di apertura e di prenotazione, in alcuni casi obbligatoria (entro oggi, 1° ottobre), sono disponibili sul sito dell’ADSI.

L’appuntamento ha lo scopo di sensibilizzare i visitatori sul valore storico, artistico e socio-economico di una parte del patrimonio culturale nazionale -spiegano i promotori- Spesso considerate luoghi delle meraviglie inossidabili al tempo, le dimore storiche, autentico museo diffuso sul territorio, sono in realtà gioielli fragili la cui tutela e conservazione sono interamente affidate ai proprietari privati, che si fanno carico di mantenerli in vita, di custodirne la storia e preservarne il paesaggio rendendoli fruibili da tutti“.

La giornata del 4 ottobre vede il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, della Regione Piemonte, della Città metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, Asti, Cuneo e Novara; è anche stata premiata con la medaglia del presidente della Repubblica per le sue finalità.

Italia: record di siti Patrimonio dell’UNESCO