Vinovo: la Eco-Gang ripulisce la città dai rifiuti

706

A Vinovo un gruppo di ragazzi, con il nome di “Eco-Gang”, ha ripulito dai rifiuti abbandonati alcune zone della città, ricevendo i complimenti del sindaco.

eco gang Vinovo
I ragazzi dell’Eco-Gang di Vinovo sono stati ricevuti dal sindaco Gianfranco Guerrini, che si è complimentato con loro

Dopo aver ripulito, nei mesi scorsi, una parte della frazione Garino, i giovani volontari di Vinovo Beatrice, Andrea, Daniele e Francesco hanno coinvolto alcuni dei loro compagni di scuola in una giornata dedicata alla cura dell’ambiente, dando vita alla Eco-Gang.

“I ragazzi si sono incontrati spesso in queste settimane per organizzarsi meglio e per darsi un’identità –racconta Erika Moratti, mamma di Beatrice, una degli ideatori dell’iniziativa- E così è nato un nome, un logo e la voglia di farsi vedere tra la gente con un colore brillante come il verde che loro difendono. I ragazzi sono anche andati a colloquio con il nostro sindaco e, tutti seduti intorno ad un tavolo, hanno raccontato il loro progetto con grande entusiasmo. Lo stesso che l’Amministrazione ha dimostrato appoggiandoli”. 

Vinovo: un gruppo di ragazzi ripulisce la frazione Garino dai rifiuti

Questo weekend i giovani volontari si sono ritrovati in una decina e hanno ripulito alcune vie di Garino e la zona industriale.

“Lungo il perimetro della Polisportiva sono stati trovati sei sacchi di rifiuti abbandonati e una bicicletta senza ruote, il tutto in soli 200 metri –continua Erika Moratti- I ragazzi hanno anche lasciato, nelle zone in cui sono passati, un biglietto con l’invito ad avere maggior cura della propria città“. 

Il bigliettino lasciato dai giovani volontari nelle strade che hanno ripulito

Un’altra bella iniziativa è stata il lancio di bombe di semi, create con terra, argilla e semi di fiori, per far nascere qualcosa di bello dove prima stavano i rifiuti abbandonati.

“Vogliamo ringraziare il Comune, che ha fornito sacchi e pinze, la maestra Daniela, che ha partecipato alla pulizia, e il professore di matematica e scienze della 2G, che non è riuscito a partecipare, ma ha portato a metà mattina ai suoi ragazzi una teglia di pizza per merenda –conclude la mamma di Beatrice- Un ringraziamento va anche a tutti i vinovesi che hanno dimostrato affetto e riconoscenza nei confronti dei nostri ragazzi”. 

Bombe di semi per la Giornata Internazionale della Pace