Castagnole e Il Chisolino promuovono i calendari 2023 di Claudio Bonifazio

145

Il Comune di Castagnole Piemonte sostiene l’iniziativa del giornale “Il Chisolino” per la vendita di due calendari 2023, realizzati dal fotografo Claudio Bonifazio. Il ricavato va a sostegno del Gruppo di Tradizioni Popolari Val Chisone e Val San Martino “La Tèto Aut – A Testa Alta”, di Roure.

il chisolino calendario 2023 castagnole piemonte sostegno iniziativa claudio bonifazio fotografo
Anche quest’anno il Comune di Castagnole Piemonte sostiene l’iniziativa del giornale “Il Chisolino” nella promozione del calendario 2023: stavolta saranno due e realizzati dal fotografo Claudio Bonifazio, a favore del Gruppo di Tradizioni Popolari Val Chisone e Val San Martino “La Tèto Aut – A Testa Alta” di Roure (foto: Il Chisolino)

Il giornale “Il Chisolino” e il Comune di Castagnole Piemonte sostengono e promuovono due calendari per l’anno 2023 firmati e realizzati dal fotografo nonese Claudio Bonifazio; il progetto ha l’obiettivo di sostenere il Gruppo di Tradizioni Popolari Val Chisone e Val San Martino “La Tèto Aut – A Testa Alta”, di Roure (Torino).

Claudio Bonifazio è un fotografo nonese che è molto attivo sul territorio di Castagnole Piemonte e presente in occasioni di eventi organizzati dall’Amministrazione castagnolese, come la fiera autunnale, le mostre d’arte e anche le presentazioni di libri. Sono ben due i calendari che ha realizzato per l’anno 2023, entrambi legati al tema della montagna e delle sue tradizioni: uno è incentrato proprio sui panorami della Val Chisone, l’altro ha il titolo “Percorsi della Memoria” e riguarda il Gruppo di Tradizioni Popolari Val Chisone e Val San Martino (antico nome della Val Germanasca) “La Tèto Aut – A Testa Alta”.

Castagnole incontra Papa Francesco: dalla comunità doni per il pontefice

Il Gruppo di Tradizioni Popolari Val Chisone e Val San Martino “La Tèto Aut – A Testa Alta” ha sede a Roure, in provincia di Torino. “L’esistenza nelle Valli Chisone e Germanasca di antiche espressioni musicali e di numerose danze sollecitò Ugo Flavio Piton, la moglie Prosperina Vinçon e alcuni appassionati ad una approfondita ricerca che mirava a mantenere vivo e conosciuto questo patrimonio di tradizioni e cultura. Questo lavoro, curato e documentato, durato dieci anni ha portato alla nascita nel 1982 di questo gruppo -spiega Bonifazio nel proprio calendario- Oggi come allora il gruppo, con la sua trentina di elementi che indossano gli abiti tradizionali delle due vallate, ripropone le antiche musiche e le originarie danze tra cui ‘la Courento’“.

Il ricavato delle vendite dei due calendari sarà proprio devoluto a questa Associazione, che nei quarant’anni dalla sua fondazione si è esibita sia in Italia che all’estero; il loro obiettivo è valorizzare le proprie tradizioni, la propria lingua e i propri luoghi, cosicché tutti possano conoscerli.

L’altro calendario, dal titolo “Panorami della Val Chisone”, mostra invece una panoramica sugli ambienti della Val Chisone, da Roure fino a Sestriere, seguendo il passare delle stagioni. “Quest’anno Il Chisolino ha deciso di sostenere la montagna e le sue tradizioni attraverso l’informazione e la formazione di un turismo sostenibile proveniente in particolar modo dalla pianura“, racconta il direttore del giornale Andrea Laruffa.

Si tratta di un’iniziativa educativa e sostenibile volta a mantenere viva la montagna e le sue tradizioni, anche dalla pianura“, concludono da “Il Chisolino”. I calendari hanno un costo di dieci euro ciascuno; per prenotarli è possibile contattare il giornale al numero 347-0049275 o all’indirizzo e-mail ilchisolino@gmail.com.

Osasio, la scuola si arricchisce con un murales e un nuovo albero