Film e solidarietà per l’Ucraina, una rassegna a Torino

207

Anche la missione umanitaria de “Il Carmagnolese” sarà protagonista -giovedì 14 aprile- alla rassegna “Cinema per l’Ucraina”, sei appuntamenti tra film e solidarietà organizzati a Torino dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

film ucraina
Cinema per l’Ucraina: a Torino sei appuntamenti tra film e solidarietà, ospite anche “Il Carmagnolese”

L’Associazione Museo Nazionale del Cinema di Torino organizza, da giovedì 14 aprile 2022, una rassegna dal titolo “Cinema per l’Ucraina“, sei appuntamenti tra film e solidarietà: il direttore de “Il Carmagnolese” Francesco Rasero sarà ospite della serata di apertura di giovedì 14 aprile, per presentare la missione umanitaria portata a compimento la scorsa settimana insieme all’attore Luca Chikovani.

“Cinema per l’Ucraina” prevede serie di incontri per riflettere sul conflitto in corso attraverso lo sguardo di registi, sia ucraini che italiani, che negli ultimi anni hanno raccontato, con attenzione e partecipazione, storie, vite e persone di quella terra.

Aiuti in Ucraina, missione compiuta: consegnati materiali sanitari e alimenti

Le proiezioni della rassegna sono a ingresso libero, con la possibilità di fare delle offerte a sostegno di alcuni progetti specifici promossi da alcune organizzazioni del territorio attive per gestire l’emergenza umanitaria.

L’appuntamento di apertura -dove “Il Carmagnolese” è ospite grazie all’Associazione culturale Ambiente in Circolo, editrice di eHabitat.it– è in programma giovedì 14 aprile alle ore 20:45 nella Sala Poli del Centro Studi Sereno Regis, in via Garibaldi 13 a Torino.

In fuga dalla guerra in Ucraina, accolte a Carmagnola

E’ in programma la proiezione del film, in anteprima regionale, “Postcards from Ukriane” diretto da Sieva Diamantakos, che sarà presente insieme al produttore Alberto Dandolo per incontrare il pubblico: la pellicola racconta le trasformazioni culturali e politiche dell’Ucraina a seguito della rivoluzione di Maidan del 2014 attraverso lo sguardo e i racconti di cinque giovani ucraini che accompagnano gli spettatori nelle città di Kiev, Mariupol, Kharkiv e Donetsk.

Nel corso della serata verrà presentata la missione umanitaria carmagnolese che ha permesso di consegnare aiuti medici all’ospedale di Korosten’ e di acquistare beni di prima necessità per i centri di accoglienza al confine polacco.

Conclusa con successo la prima parte della missione in Ucraina de “Il Carmagnolese”

La rassegna prosegue quindi fino al 19 maggio, con altri cinque appuntamenti, sempre il giovedì sera: qui il programma completo di “Cinema per l’Ucraina” a Torino.

Questo evento si pone un doppio obiettivo: da una parte dare visibilità a un panorama di autrici e di autori cinematografici ucraini molto interessanti, assolutamente poco conosciuti in Italia che nel corso degli ultimi anni sono stati capaci di comprendere e leggere prima dei media occidentali l’escalation della propaganda e del conflitto –dichiara Vittorio Sclaverani, presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema– Dall’altra, si intende dare visibilità a quei molteplici progetti che si sono attivati sul territorio per venire incontro all’emergenza umanitaria e all’accoglienza dei profughi“.

Cinema per l’Ucraina è un progetto che vede il sostegno di European Cultural Foundation e Fondazione CRT ed è organizzato in collaborazione con Centro Studi Sereno Regis, Museo Nazionale del Cinema, Cascina Roccafranca, eHabitat, Fondazione Paideia, Casa UGI, Il Pulmino Verde e Missioni Don Bosco.

Missione umanitaria per l’Ucraina, abbiamo bisogno del vostro contributo