Gap Tour a Carignano per la sensibilizzazione sul gioco d’azzardo

330

Giovedì 12 ottobre a Carignano fa tappa il Gap Tour, progetto regionale per la prevenzione e il contrasto al disturbo da gioco d’azzardo.

gap tour carignano
A Carignano un’iniziativa per la cura e la prevenzione della dipendenza da gioco d’azzardo (foto di MountainDweller @ Pixabay)

Arriva anche a Carignano l’appuntamento con il Gap Tour, progetto che promuove interventi finalizzati alla prevenzione, al contrasto e alla riduzione del rischio del disturbo da gioco d’azzardo (DGA) organizzato dalla Regione Piemonte insieme alle Asl e alle Amministrazioni locali.

L’incontro contro la ludopatia è in programma mercoledì 12 ottobre 2023 nella sala del Consiglio comunale carignanese -in via Frichieri 13- alle ore 20:30.

Interverranno operatori del servizio dipendenze ed esperti dell’Asl TO5, tra cui Antonio Cajelli (educatore economico finanziario) e Pasquale Somma (counselor socio educativo).

Legge sul gioco d’azzardo, Carignano unanime contro la modifica

Si parlerà della legge regionale e delle iniziative connesse, verranno illustrati i numeri del fenomeno gioco e il volume di affari, verrà descritta l’evoluzione del gioco da comportamento sano a patologico, spiegando cos’è il disturbo da gioco d’azzardo e i segnali per riconoscere la malattia.

Verranno affrontati gli aspetti psicosociali problematici e le false credenze in questo ambito, offrendo suggerimenti a chi è coinvolto da questo fenomeno, direttamente o indirettamente.

Sarà inoltre descritta l’esperienza che da oltre un anno vede gli operatori del SerD attivi sul territorio con il progetto “Vite in gioco”, l’attività dello sportello di orientamento e di consulenza economica, la linea telefonica, le attività di cittadinanza attiva, il percorso di trattamento ambulatoriale e i gruppi psicoeducativi.

Sala slot chiusa a Carmagnola, il sindaco rivendica l’azione del Comune

Il progetto è legato alla campagna informativa “Perdere tutto non è un bel gioco” a cui sono stati dedicati un sito regionale (www.noneunbelgioco.it), un numero verde (800-333444) e una linea fissa (telefono 011-5666888).

I prossimi incontri informativi si svolgeranno il 16 ottobre a Trofarello e il 23 ottobre a Castagnole Piemonte. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la linea telefonica di “Vite in gioco” (331-4039678), il SerD di Chieri (011-94294621), di Carmagnola (011-9719521), di Moncalieri (011-641560) o di Nichelino (011-6806801).

Pediatri Asl TO5: è ancora emergenza in sei Comuni