Il console della Romania in visita ufficiale a Carmagnola

305

Cosmin Dumitrescu, console della Romania a Torino, ha visitato il Comune di Carmagnola incontrando il sindaco Gaveglio e l’Amministrazione per discutere di collaborazioni future, a partire dall’ambito economico.

console Romania carmagnola
Il console della Romania Cosmin Dumitrescu (a sinistra) con il sindaco Ivana Gaveglio e il presidente del Consiglio comunale di Carmagnola, Filiberto Alberto

Il nuovo console della Romania a Torino, Cosmin Dumitrescu, si è recato in visita ufficiale al Comune di Carmagnola, incontrando il sindaco Ivana Gaveglio e il presidente del Consiglio comunale, Filiberto Alberto.

«Abbiamo parlato in generale della Comunità romena presente in città (di gran lunga la più numerosa tra quelle straniere a Carmagnola, con 1.475 persone residenti, ndr) -dichiara Gaveglio- Abbiamo anche trovato comune interesse nello sviluppo di attività lavorative con il coinvolgimento delle Camere di Commercio, anche organizzando un forum economico».

Il Governo romeno sostiene la Comunità ortodossa di Carmagnola

Console e Amministrazione si sono anche confrontati sulla possibilità di garantire -come peraltro già fatto in passato, anche per altre Comunità straniere- la possibilità di votare alle Elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo il prossimo 9 giugno, con istituzione di un seggio ad hoc a Carmagnola rivolto ai cittadini romeni.

Non si è parlato, invece, dell’ipotesi di costruire una nuova chiesa romeno-ortodossa a Carmagnola, ipotesi che era circolata nei mesi scorsi quando venne alla ribalta il futuro dell’ex “chiesetta di legno” di San Francesco, in via Savonarola a Salsasio.

«Il Comune non ha neppure ancora completato l’atto di acquisto di quell’area, sarebbe davvero prematuro discutere di qualsiasi destinazione futura», taglia corto il sindaco.

Carmagnola: quale futuro per la chiesetta di legno di San Francesco?