Il presidente Cirio ospite al centro Petronas Global Research di Santena

124

L’azienda Petronas Lubricants International ha accolto al centro Global Research & Technology di Santena il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e Giuseppe Pedretti, Managing Director EMEA Region di PLI

Recentemente il centro Petronas Global Research & Technology di Santena ha ospitato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, che ha partecipato ad un incontro in cui sono stati affrontati temi importanti circa l’innovazione e il futuro del settore automobilistico.

Particolare attenzione è stata posta al miglioramento dell’integrazione territoriale e alla crescita continua del comparto automotive nella Regione. Inoltre, il presidente Cirio ha visitato anche il Museo dell’azienda, ripercorrendo così la storia e l’evoluzione del settore nel corso degli anni. In questo modo, l’azienda Petronas ha condiviso con il presidente Cirio anche il patrimonio culturale e umano che la contraddistingue.

Giuseppe Pedretti, Managing Director EMEA Region di PLI, ha espresso gratitudine per la partecipazione del Presidente, sottolineando che ci sono numerosi punti di convergenza sugli obiettivi da raggiungere insieme, dichiarando: “In questo momento di rapida trasformazione tecnologica dell’industria, qui in Petronas crediamo che sia fondamentale investire soprattutto in ricerca e sviluppo, al fine di essere protagonisti nella definizione della mobilità del futuro, come già lo siamo stati negli ultimi 100 anni. In questo viaggio verso il futuro è fondamentale il supporto del territorio, sia per la straordinaria ricchezza di talento umano sia attraverso la cooperazione con altre aziende leader del settore”.

Santena: l’assessore Migliore incontra il presidente GTT

Alberto Cirio ha sottolineato invece quanto l’investimento che una realtà come Petronas Lubricants International ha scelto di fare qui a Torino sia una delle prove di come il Piemonte sia in grado di attrarre imprese internazionali, grazie a un sistema di competenze e professionalità, che ha le radici nella sua storia industriale, ma che continua a guardare all’innovazione e al futuro.

Questo centro ricerche sorge accanto all’area che un tempo ospitava lo stabilimento Olio Fiat e dove oggi, con il lavoro di oltre 500 persone, si continuano a produrre lubrificanti di ultima generazione per motori di tutto il mondo, inclusi quelli della Formula 1. Una capacità di innovare che rappresenta una forza straordinaria del nostro territorio e che va sostenuta -ha spiegato Cirio- Entro l’estate attraverso i fondi europei lanceremo un bando da 80 milioni per ricerca e sviluppo a supporto del nostro ecosistema dell’innovazione, valorizzando anche quei progetti che fanno dialogare grandi e piccole-medie imprese, con un trasferimento di conoscenze che sono patrimonio prezioso per tutto il nostro sistema produttivo”.

Pedretti ha concluso: “I nostri dipendenti sono parte integrante del processo di crescita e innovazione. Senza di loro, non avremmo potuto raggiungere i risultati straordinari che abbiamo ottenuto in oltre un secolo di storia”.

Facilitazione digitale: al via gli sportelli a Carmagnola, Chieri e Santena