Ecco i Liberali e Democratici per Carmagnola: “siamo l’alternativa a questa Amministrazione”

2645

Prima uscita pubblica, questa mattina, della nuova Coalizione di centro-destra “Liberali e Democratici per Carmagnola”, che si proporrà alle prossime elezioni comunali, contrapposta all’attuale Giunta Gaveglio. In piazza (come osservatori) anche l’ex sindaco Angelo Elia e il capogruppo Pd, Paolo Sibona.

Liberali e Democratici per Carmagnola
Foto di gruppo in piazza Sant’Agostino per i Liberali e Democratici per Carmagnola

Si è tenuta questa mattina, in una fredda piazza Sant’Agostino, la prima uscita pubblica della nuova Coalizione “Liberali e Democratici per Carmagnola”, che ha annunciato di voler partecipare alle prossime elezioni comunali sotto lo slogan “Un’alternativa è possibile”.

Nonostante la presenza di diversi esponenti dell’area di centro-destra, però, si tratterà di un progetto politico alternativo all’attuale Giunta Gaveglio, che oggi è sostenuta da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Liberali e Democratici per Carmagnola
L’ex vicesindaco Alessandro Salamone, portavoce della Coalizione “Liberali e Democratici per Carmagnola”

Tra i “volti noti” della nuova Coalizione spiccano l’ex vicesindaco Alessandro Salamone (cresciuto nella Dc, alle ultime elezioni regionali aveva corso per Fratelli d’Italia), portavoce pro tempore; l’ex assessore forzista Franco Quattrocolo (anche lui di origini politiche democristiane); l’ex segretario cittadino del partito di Giorgia Meloni, Mario Scaglione, ora responsabile provinciale del movimento Più Italia.

Presenti anche alcuni esponenti del progetto “Fenice” presentatosi alle elezioni di cinque anni fa, a partire dall’allora candidata sindaco Luciana Meli (che nel 2016 raccolse 838 voti, pari al 6% circa), oltre ad Aldo PugnettiPiero Giorgio Salomone, già di area leghista.

Liberali e Democratici per Carmagnola
L’ex assessore forzista Franco Quattrocolo scenderà in campo con i Liberali e Democratici per Carmagnola

Siamo persone del territorio, di varie estrazioni sociali, tutte con a cuore l’impegno e il servizio per Carmagnola -ha dichiarato Salamone, in qualità di portavoce del gruppo, riferendosi anche ai tanti simpatizzanti (e possibili candidati) alla prima esperienza- Ci vogliamo impegnare per migliorare la qualità della vita nella città in cui viviamo, con una proposta alternativa a quella dell’attuale Amministrazione, che secondo noi non ha governato come avrebbe dovuto“.

Questa Coalizione è in fase di crescita: invitiamo tutti quelli che vogliono impegnarsi a contattarci; noi non abbiamo veti verso nessuno -ha aggiunto l’ex vicesindaco- Deploriamo però la politica del fango e della denigrazione“.

Liberali e Democratici per Carmagnola
Francesca Montrano, una delle giovani presenti all’incontro di presentazione di Liberali e Democratici per Carmagnola

Salamone ha quindi sottolineato la presenza di un “nutrito gruppo di giovani che, grazie a questo progetto, hanno scelto di avvicinarsi alla Politica“, citando anche una frase di Benigno Zaccagnini, segretario democristiano negli anni Ottanta: “Insegnare e tramandare è meglio che comandare“.

Tra questi, il coordinatore del gruppo Giovani Carmagnolesi, Andrea Muscolo, e Francesca Montrano, che in un breve messaggio ha invitato i coetanei a partecipare e impegnarsi attivamente.

Beppe Fantinuoli, segretario cittadino di Più Italia

Hanno quindi preso la parola Luciana Meli (“Come promesso cinque anni fa, non abbiamo abbandonato i nostri elettori“); il segretario cittadino di Più Italia, Beppe Fantinuoli (“Vogliamo dare un taglio netto con il passato, puntando sulla commistione tra esperienza ed entusiasmo per portare vero rinnovamento a Carmagnola“) e Franco Quattrocolo (“Negli ultimi anni ho visto la città perdere pezzi per strada: per questo sono tornato alla Politica attiva, in piazza con le persone“).

La Coalizione potrebbe essere composta da diverse liste, di cui una riservata proprio alle nuove leve.
Non è stato ancora reso noto il nome di chi correrà per la poltrona di sindaco: “stiamo vagliando diversi nomi, di uomini e di donne, tutti di alto profilo“, commenta Salamone.

Si aspetta anche, probabilmente, che il nuovo Governo decida quando si terranno le elezioni, se in tarda primavera (alla scadenza “naturale” degli attuali mandati) o a inizio autunno, con un rinvio di alcuni mesi legato alla pandemia.

Luciana Meli, ex candidata sindaco di “Fenice” nel 2016

La Coalizione liberal-democratica punta anche, in questo periodo, ad attrarre nuovi sostenitori e, forse, anche alcune adesioni da parte di attuali consiglieri comunali. A partire da Mimmo La Mura e Pasquale Sicilia, da tempo in rotta con il resto della Maggioranza di cui fanno parte. “Non abbiamo ancora deciso; è anche possibile che decideremo di fermarci per un turno dalla politica attiva”, hanno dichiarato i due esponenti di Forza Italia, presenti in piazza Sant’Agostino ma rimasti fuori dalla foto di gruppo.
Guardo comunque con interesse a questo ‘terzo polo’, ma anche al centro-sinistra, dove pare stia maturando una candidatura di grande levatura“, ha aggiunto comunque La Mura.

Il riferimento è all’ex sindaco Angelo Elia, presente all’incontro come osservatore (con lui anche il capogruppo Pd, Paolo Sibona) e sempre più indicato come il possibile candidato sindaco del centro-sinistra. Anche se, ufficialmente, non ha ancora sciolto le proprie riserve: “Per ora sto parlando con alcuni amici“, ha commentato.

I giochi per le prossime elezioni, in ogni caso, ora sono aperti. E la contesa elettorale può avere inizio.

Elezioni comunali 2021, quali scenari per Carmagnola?