Santena: telecamere di ultima generazione per la videosorveglianza

544

Per garantire la sicurezza dei propri cittadini, il Comune di Santena ha installato nuove telecamere nei punti strategici della città. In arrivo anche foto-trappole per contrastare l’abbandono dei rifiuti.

santena telecamere
A Santena installate nuove telecamere per la videosorveglianza

L’Amministrazione comunale di Santena, ultimando un progetto iniziato nel 2019, ha terminato l’installazione di telecamere di sorveglianza di ultima generazione, che vanno a sostituire quelle precedenti di via Torino e di via Trinità.

Sono stati anche aggiunti nuovi dispositivi per coprire alcuni punti nevralgici della città, che in precedenza non erano coperti da videosorveglianza, come la zona delle scuole medie, piazza Martiri della Libertà e la rotonda dei Vigili del Fuoco sulla Circonvallazione.

L’obiettivo che ci siamo posti è quello di coprire i punti strategici del territorio cittadino santenese –interviene Francesco Maggio, assessore all’innovazione infrastrutturaleIl nuovo sistema di videosorveglianza è decisamente più performante di quello precedente e garantirà una maggior sicurezza per tutti“.

Le telecamere installate, oltre ad essere più chiare sia di notte che di giorno, danno la possibilità della lettura della targa degli autoveicoli e, pertanto, di estrapolare dei dati utili in modo da creare un database.

Installati i varchi elettronici di lettura targhe agli ingressi di Carmagnola

Con questo sistema innovativo c’è la possibilità di trovare immediatamente delle targhe già segnalate a livello provinciale, regionale o addirittura nazionale che sono transitate nel nostro territorio –prosegue l’assessore Maggio- Le nuove telecamere sfruttano poi la tecnologia della fibra ottica per la trasmissione dei dati ad alta qualità, in questo modo il segnale è più veloce nell’arrivare al gestionale della Polizia municipale.

Il Comune di Santena ha anche acquistato alcune foto-trappole che possono essere spostate e posizionate di volta in volta nei punti più sensibili della città, in quanto non devono essere necessariamente collegate alla corrente elettrica.

Questi ulteriori dispositivi permetteranno di sorvegliare i punti più nascosti o isolati di Santena –conclude Maggio- Questo ci dà la possibilità di fotografare situazioni di irregolarità, tra cui l’abbandono dei rifiuti, e di garantire una sempre maggior sicurezza ai cittadini”. 

“A Natale, io compro locale”: sosteniamo le attività del territorio!