Si stacca l’intonaco dalla pensilina della stazione di Carmagnola?

553

Diversi utenti denunciano sui social la caduta di intonaco dalla pensilina che serve i binari 2 e 3 della stazione FS di Carmagnola e, in generale, il crescente degrado della struttura. Pampaloni: «abbiamo scritto a RFI».

stazione di carmagnola intonaco
La pensilina dei binari 2 e 3 della stazione di Carmagnola presenta un’area priva di intonaco: «manutenzione preventiva per evitare crolli improvvisi», spiega Pampaloni (foto di Giovanni Alberto Sicilia @ Facebook)

Il presunto distacco di alcuni calcinacci di intonaco dalla pensilina a servizio dei binari 2 e 3 della stazione di Carmagnola ha generato preoccupazione e polemiche tra gli utenti del servizio ferroviario.

La rivolta è stata amplificata anche dai social, dove diverse persone hanno pubblicato le foto della copertura priva di intonaco, con i mattoni a vista. Amari molti commenti. «La nostra stazione meriterebbe un restyling di sana pianta: dalle opere strutturali alle barriere architettoniche», sottolinea Giuseppe Anzelmo.

«Per chi staziona per prendere il treno o per chi arriva: ogni tanto sollevate la testa per essere sicuri che non vi cada qualche pezzo di calcinaccio addosso», scrive ironico (aggiungendo: “la butto sul ridere, ma ci sarebbe da piangere“) Gabriele Meniconi, che oltre 30 anni frequenta la stazione di piazza XXX aprile.

stazione di carmagnola intonaco
La foto-denuncia di Gabriele Meniconi su Facebook

Giovanni Alberto Sicilia, invece, annuncia di aver mandato una PEC a RFI – Reti Ferroviarie Italiane (l’azienda che ha piena competenza sulla stazione, a partire proprio dai lavori strutturali e dalle manutenzioni) per segnalare l’accaduto.

Nel dibattito online è intervenuto anche l’assessore Massimiliano Pampaloni, delegato all’URP: «In attesa della risposta del direttore generale di RFI, anticipo che quella mancanza di intonaco è frutto di una “messa in sicurezza”, ottenuta tramite la scalpellatura del primo strato proprio per evitare il possibile distacco non controllato».

Un progetto per potenziare la linea ferroviaria di Carmagnola e Racconigi

Ma per gli utenti, in generale, tutta la situazione della stazione dei treni di Carmagnola appare a rischio: «La zona non è recintata, né delimitata; sul binario 2 passano treni merci da 2200 tonnellate; le pensiline sono ante gli anni ’70 del secolo scorso e non subiscono più lavori di seria manutenzione né di impermeabilizzazione da una decina di anni», aggiunge ancora Meniconi.

A suo dire, situazioni di degrado si trovano anche sugli altri binari: «In alcuni punti la lamiera si è bucata perché saranno 25 anni che non fanno più niente; la vernice di protezione è tutta sfogliata e piove sul marciapiede -prosegue l’utente- Inoltre, tempo fa, sono caduti pezzi di cornicione/intonaco lato piazza, per fortuna non colpendo nessuno».

E conclude «È evidente è sotto gli occhi di tutti anche come velocemente si stia ormai deteriorando anche la facciata. Basta “bussare sul muro” in vari punti dell’edificio e si sente un rumore bombato, segno che ormai l’intonaco, risalente ai primi del Novecento, è marcio: si è distaccato dal muro e non cade per puro caso».

Trasporto pubblico, Carmagnola resta in “Formula”: tutte le nuove tariffe

Nel frattempo si attende che RFI rimetta a calendario i lavori di manutenzione generale, che sei anni fa erano stati annunciati “entro il 2021” e poi rinviati a tempo indeterminato durante la crisi Covid.

Resta da completare anche il prolungamento del sottopassaggio pedonale, che dovrebbe raggiungere l’area commerciale di Santa Rita, mentre paiono ormai archiviate le speranze di una maggiore riapertura delle sale d’aspetto, frutto di polemiche negli anni scorsi.

Lavori per prolungare il sottopasso ferroviario di Carmagnola