Smog: procedura di infrazione europea per le polveri sottili?

17

Riunione straordinaria oggi del Tavolo di coordinamento della qualità dell’aria della Città Metropolitana. In caso di infrazione, potrebbero essere richieste nuove misure di contenimento delle PM10 ai Comuni del torinese, tra cui Carmagnola.

 

smog qualità dell'aria derogheIl Tavolo per la qualità dell’aria della Città metropolitana di Torino è convocato per oggi pomeriggio, venerdì 7 dicembre, alle 14:30 nella sede torinese di corso Inghilterra.
All’ordine del giorno, la possibile condanna per una procedura di infrazione dei limiti delle polveri sottili PM10 da parte dell’Unione Europea.

La Commissione Europea, in data 13 ottobre, ha depositato un ricorso alla Corte di Giustizia Europea con riferimento alla procedura di infrazione 2014/2147, relativa al mancato rispetto del valore limite del PM10 -spiegano il vicesindaco metropolitano Marco Marocco e la consigliera con delega all’ambiente Barbara AzzaràLe misure attualmente in vigore sono state giudicate insufficienti e rischiano di comportare una sentenza di condanna a livello europeo“.
Aggiungono i responsabili politici della Città Metropolitana: “Non nascondiamo la nostra preoccupazione per la possibile condanna, per le sanzioni che potrebbero seguire e per il fatto che, nonostante gli sforzi, non riusciamo ancora a garantire al nostro territorio livelli di qualità dell’aria che rispettino i valori limite”.

Durante l’incontro, a cui parteciperà l’assessore regionale Alberto Valmaggia, si farà il punto sullo stato del Piano regionale per la qualità dell’aria e su ulteriori possibili misure di risanamento.
A tal proposito potrebbero essere richiesti interventi diretti della Città metropolitana di Torino e dei suoi Comuni, tra cui Carmagnola.

Intanto, proprio questa settimana (da martedì a ieri), nell’area torinese è scattato il primo blocco stagionale anche dei veicoli diesel Euro 4 adibiti a trasporto di persone, a causa dell’attivazione del primo livello di allerta relativo alle polveri sottili.
L’allerta di primo livello -di colore “arancio”– viene attivata dopo quattro giorni consecutivi di superamento del valore di 50 µg/m3 della concentrazione di PM10, sulla base della verifica effettuata dall’Arpa Piemonte nelle giornate di lunedì e giovedì (giornate di controllo) relativamente alla concentrazione di polveri sottili.