Un libro nelle scuole per riscoprire i giochi di una volta all’aria aperta

428

Il Comune di Carmagnola, su contributo regionale, ha realizzato un libro dedicato ai giochi di una volta all’aria aperta, che è stato distribuito nelle scuole.

giochi di una volta
La copertina del libro dedicato ai giochi di una volta all’aria aperta realizzato dal Comune di Carmagnola con le ricerche fatte dagli allievi della scuola primaria del Primo Comprensivo

Si intitola “C’era una volta e c’è ancora” il nuovo volume realizzato dal Comune di Carmagnola dedicato ai giochi “di una volta” all’aria aperta, che nei giorni scorsi è stato distribuito in alcune scuole cittadine.

La pubblicazione, in particolare, è stata consegnata agli allievi delle classi che hanno preso parte al progetto, finanziato da un bando della Regione Piemonte: le classi 3A, 3B, 3D, 4A, 4B, 4C, 4D e 4E della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Carmagnola 1.

“Teatro Bestiale” all’Istituto Comprensivo Carmagnola 1

«Si tratta dell’ultima parte del progetto Parchi Gioco Diffusi, che ha visto anche la riqualificazione di giardinetti grazie a Piazza Ragazzabile e laboratori dedicati alla riscoperta delle attività all’aperto -spiegano dal Comune- Nello specifico ci si è ispirati al tradizionale gioco “di strada”, che non prevede installazioni ingombranti ma nel quale colori e linee creano spazi ricreativi e di socialità non invasivi all’interno dell’ambiente urbano».

Per riscoprire i giochi di una volta, gli studenti hanno fatto ricerche con i propri nonni, invitandoli anche in classe, riportando poi tutto in una serie di temi-scheda dedicati alle diverse attività da fare tutti insieme, in cortile o negli spazi pubblici.

Festa dei Nonni, in Italia si celebrano i custodi delle tradizioni ambientali

Dalle figurine a “guardie e ladri”, dalle biglie a palla prigioniera, dal nascondino al gioco del fazzoletto ma anche arrampicarsi sugli alberi, rotolarsi nei prati, costruire una fionda o andare in bici con gli amici.

«I nonni si divertivano in modo semplice, pur non avendo giocattoli, ed era bello stare in compagnia», scrivono dalla classe 3A. «Erano molto creativi e si divertivano con la fantasia», fanno loro eco dalla 3B.

La Giornata della gentilezza vista dagli alunni delle scuole di Moretta

Il libro è stato anche donato ai rappresentanti del Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, che nell’occasione hanno incontrato alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale, ponendo anche diverse domande sui ruoli di sindaco e assessori.

«Ci auguriamo che questo libro sia di stimolo per le nuove generazioni, affinché possano riscoprire la socialità e giocare all’aria aperta -commentano il sindaco Ivana Gaveglio e l’assessore Massimiliano Pampaloni nell’introduzione- Il gioco stimola l’inventiva, la curiosità, la manualità e l’impegno».

Eletto il nuovo Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Carmagnola