Variante Est e viabilità, soluzioni condivise tra Carmagnola e la Città metropolitana

203

Prosegue il confronto tra la Città metropolitana di Torino e il Comune di Carmagnola sulla Variante est e sulla viabilità territoriale.

città metropolitana variante carmagnola
Il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo con il sindaco di Carmagnola, Ivana Gaveglio, durante l’incontro di oggi in Città metropolitana a Torino, per parlare di viabilità, a partire dalla Variante Est

Prosegue il confronto tra la Città metropolitana di Torino e il Comune di Carmagnola sulla Variante Est all’abitato. Nell’ambito dell’iniziativa “Comuni in linea” di oggi, il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo, i dirigenti e i tecnici delle Direzioni Viabilità si sono confrontati con la sindaca di Carmagnola, Ivana Gaveglio e con i tecnici comunali per individuare elementi comuni e condivisi nel confronto con la società concessionaria dell’autostrada Torino-Savona in merito alle caratteristiche tecniche del primo lotto della Variante, di ormai imminente realizzazione.

Bretella Est di Carmagnola, approvata la variante urbanistica

“Il primo lotto della Variante è stato progettato e finanziato dall’Autostrada dei Fiori spa: con un percorso di tre chilometri e mezzo, collegherà il casello dell’autostrada A6 con la Strada Provinciale 661, innestandosi sulla bretella sud, realizzata alcuni anni orsono, permettendo così di spostare il traffico pesante dal centro abitato alla futura strada extra urbana e abbassando così il livello di inquinamento, specie in Borgo Salsasio“, spiegano dall’Ente provinciale.

Via libera alla progettazione per completare la tangenziale di Carmagnola

È inoltre in corso il confronto tra Enti, Anas e Città metropolitana per individuare il soggetto che prenderà in gestione il nuovo tratto stradale una volta realizzato.

Va ricordato che, nei mesi scorsi, la Città Metropolitana di Torino, grazie a risorse messe a disposizione dalla Regione Piemonte, aveva assegnato allo studio Edes Ingegneri Associati l’incarico di progettare il secondo e il terzo lotto, che prevedono un tracciato in nuova sede lungo 7,4 chilometri, che inizia dalla rotatoria dello svincolo dell’Autostrada dei Fiori, in corrispondenza della strada vicinale Cascina Chicco Grosso, località in cui termina il lotto 1“, proseguono da Torino.

Viabilità, il sindaco di Carmagnola incontra la Città metropolitana di Torino

Tra i progetti su cui l’Amministrazione carmagnolese ha avviato il confronto con la Città metropolitana, sia dal punto di vista autorizzativo che da quello del finanziamento dei lavori, vi sono anche due tratti di percorsi ciclo-pedonali lungo la Strada Provinciale 129 Carmagnola-Poirino, per mettere in sicurezza gli abitati delle frazioni Casanova e Gaidi.

I tratti che l’amministrazione comunale intende realizzare sono lunghi rispettivamente 400 e 200 metri e consentirebbero ai pedoni e ai ciclisti di percorrere in sicurezza la Provinciale che attraversa le due frazioni.

Carmagnola: in progetto un nuovo percorso ciclo-pedonale a Casanova