Villastellone, la Croce Verde cerca una nuova sede

1397

La Croce Verde di Villastellone è alla ricerca di una nuova sede a seguito dell’allargamento dell’Associazione. Il presidente Marco Mortara: “potremmo valutare di abbandonare il paese”; il sindaco Principi rassicura.

croce verde villastellone sede
La Croce Verde di Villastellone cerca una nuova sede (foto: pagina Facebook “Croce Verde Villastellone ODV”)

La Croce Verde di Villastellone è alla ricerca di una nuova sede: a ormai otto anni dalla sua fondazione, l’Associazione si è allargata, coinvolgendo un alto numero di volontari e acquisendo un’importanza sempre maggiore non solo per la Comunità villastellonese, ma anche per i Comuni vicini.

L’ente è nato 2013 con tante speranze e buoni propositi che si sono concretizzati in quello che è la Croce Verde oggi, con le persone che vi lavorano e i mezzi di soccorso, aumentati nel tempodichiara il sindaco, Francesco Principi– il problema è lo spazio a disposizione della sede attuale, limitato per via del complesso scolastico in cui l’Associazione si inserisce, che non presenta ulteriori superfici coperte per parcheggiare le ambulanze o saloni in cui è possibile allargarsi“. 

I primi mesi del 2021 per la Croce Verde di Villastellone

Al momento, non ha ancora portato alcun frutto l’appello lanciato con un post su Facebook dalla Croce Verde due settimane fa per la ricerca di un capannone da adattare e sistemare o di un terreno su cui costruire una nuova struttura.

A preoccupare maggiormente Marco Mortara, presidente dell’Associazione, sono i mezzi di soccorso che, nonostante siano nuovi, sono soggetti a un rapido danneggiamento vista l’assenza di rimesse che possano proteggerli dal freddo invernale e dal caldo estivo.

Non nego che la situazione sia difficile e, nonostante abbia già vagliato numerose strade possibili, dopo mesi di ricerche sia in proprietà pubbliche che private non si è ancora raggiunta una soluzione -dichiara Mortara- Questo argomento è stato ovviamente affrontato anche con il sindaco: se entro il 31 dicembre 2021 la sistemazione non dovesse essere ancora stata trovata, valuteremo la possibilità di abbandonare Villastellone e di spostarci in Comuni limitrofi“.

La Croce Verde Villastellone in campo: ora, più che mai

Intanto, il primo cittadino Principi rassicura: “Si tratta di una questione molto importante per noi e stiamo lavorando per risolverla: l’augurio è di trovare una sistemazione dopo l’estate, che sia un terreno su cui costruire o un capannone da rimettere a nuovo. Non nego tuttavia che non sia una situazione così banale come si può pensare perché non è semplice incontrare il luogo adatto: deve essere uno spazio strategico e non decentrato dal paese ed è necessario tenere in considerazione diversi aspetti, tra cui la possibilità di ingresso e di uscita mezzi e l’eventuale realizzazione di una sala medica a servizio dei cittadini in cui fare le punture“.

Sia Mortara che Principi si dichiarano in ogni caso d’accordo a prediligere la scelta di questo paese come sede dell’Associazione. “Dopotutto, è proprio a Villastellone che siamo nati e abbiamo a cuore questo Comune: speriamo di trovare un’area al più presto” conclude Mortara.

La Croce Verde di Villastellone arriva a Sestriere