Carmagnola dà un contributo straordinario di 30 mila euro alle scuole paritarie

607

Il Comune di Carmagnola ha predisposto un fondo straordinario di 30 mila euro per venire incontro alle scuole dell’infanzia paritarie del territorio, colpite dalla crisi Covid-19.

scuole paritarie carmagnola
Contributo straordinario di 30 mila euro alle scuole materne paritarie carmagnolesi, a sostegno delle attività estive e viste le difficoltà legate al Covid-19 (foto: pagina Facebook scuola Stella Mattutina di Carmagnola)

Un fondo straordinario di 30 mila euro è stato istituito dal Comune di Carmagnola per sostenere le scuole dell’infanzia paritarie cittadine, in difficoltà economiche a causa delle maggiori spese sostenute per gli adeguamenti alle norme di contenimento del Covid-19 e a causa dei minori introiti derivanti dalla chiusura tra l’8 marzo e il 9 aprile di quest’anno.

Il contributo -oltre ai costi di gestione e per il funzionamento dei servizi- copre anche parte dei costi sostenuti per la realizzazione delle attività estive organizzate da ciascuna delle
scuole

Crisi Covid, il Comune di Carmagnola a sostegno dello sport

La cifra di 30 mila euro sarà suddivisa sulla base del numero di alunni di ciascuna scuola, con una quota per bambino di 131 euro.
I presidenti delle scuole dell’infanzia paritarie dovranno presentare, entro fine anno, un rendiconto dettagliato delle spese sostenute.

Al momento sono 229 i bambini che frequentano le sei scuole materne paritarie carmagnolesi Stella Mattutina(18 alunni), Istituto Avalle (21 alunni), Salsasio (30 alunni), Ss. Michele e Grato (35 alunni), Umberto I – San Giovanni (37 alunni) e Novaresio – San Bernardo (88 alunni) .

Nell’ambito dei servizi educativi, il compito dell’Ente locale è quello di supportare il più possibile le scuole dell’infanzia paritarie, presenti nelle frazioni carmagnolesi -spiegano dall’Amministrazione- Esse rappresentano infatti un servizio di pubblica utilità, di interesse collettivo, indispensabile a mantenere vive le frazioni che, per mancanza di tali servizi, vedrebbero la migrazione delle famiglie con bambini in età prescolare e, di conseguenza, verrebbero a mancare gli iscritti alle scuole primarie presenti nelle frazioni stesse“.

Carmagnola: 172 mila euro alle scuole dell’infanzia paritarie