Il Comune di Carmagnola mette in affitto prati e terreni coltivabili

506

Prati e terreni coltivabili in affitto a Carmagnola: il Comune prepara un bando di concorso per assegnarli per i prossimi quattro anni.

carmagnola affitto terreni
Il Comune di Carmagnola darà in affitto terreni incolti e prati di proprietà pubblica, per un totale di oltre 150 mila metri quadri.

Il Comune di Carmagnola mette in affitto diversi appezzamenti di prati e terreni coltivabili, per oltre 150 mila metri quadri totali, in diverse aree della città.

La gestione verrà affidata con un apposito bando di concorso: le procedure di gara saranno curate dalla Ripartizione Patrimonio. La durata del canone sarà di quattro anni, senza possibilità di tacito rinnovo.

Il costo della locazione dipenderà dal tipo di terreno affittato: da una base d’asta di 50 euro per giornata all’anno per le aree residuali a un minimo di 200 euro/giornata/anno per le aree coltivabili e per le radure adibite a prato all’interno del Bosco del Gerbasso.

L’Ente avrà inoltre il beneficio di assegnare le aree in proprietà con finalità agricole con notevole risparmio per la manutenzione delle aree incolte“, sottolineano dalla Giunta Gaveglio.

Carmagnola: un terreno comunale sarà rivitalizzato dal baby parking

Sui terreni, inoltre, non sono ammessi miglioramenti ed addizioni, e le eventuali trasformazioni dovranno essere concordate tra le parti, senza che possano comportare titolo al riconoscimento di indennizzi“, specificano dagli uffici comunali.

In caso di interesse per finalità pubbliche, il Comune potrà, in qualsiasi momento, recedere anticipatamente in tutto o in parte dal contratto di affitto con preavviso non inferiore a sei mesi, senza che l’affittuario abbia diritto ad alcun indennizzo.

Per quanto riguarda i cosiddetti terreni residuali, si tratta di circa 73 mila metri quadri complessivi, in tutto il territorio comunale, con appezzamenti da 0,1 a 2,5 giornate: terreni oggi incolti, aree dismesse dai piani di edilizia convenzionata o vasche di laminazione.

I terreni coltivabili sono 10 in totale -nelle zone di via Naviglio, via Almese, via Poirino e dintorni, borgata Cappuccini e via Castellero- per un totale di quasi 50 mila metri quadri.

Vi è infine un lotto che comprende nove radure adibite a prato all’interno del Parco del Gerbasso, per complessivi 34 mila metri quadri.

Terreni agricoli comunali in affitto a Piobesi