Deposito scorie nucleari, Montaruli chiede al Governo di escludere Carmagnola

425

L’onorevole Augusta Montaruli (FdI) sulla scelta del sito per il deposito nazionale delle scorie nucleari: “Dal Governo vogliamo chiarezza su Carmagnola, l’area non è adatta“.

montaruli scorie nucleari carmagnola
L’onorevole Montaruli (quarta da destra) con l’assessore regionale Marrone ed esponenti di Fratelli d’Italia di Carmagnola alla recente protesta degli agricoltori di Casanova contro l’ipotesi del deposito nazionale delle scorie nucleari

Dal Ministero della Transizione Ecologica vogliamo risposte chiare sui Comuni inseriti nella CNAI – Carta nazionale delle aree idonee elaborata da Sogin per individuare i siti in cui ospitare le scorie nucleari“: a dichiararlo è Augusta Montaruli, parlamentare di Fratelli d’Italia, che già negli scorsi mesi si era schierata in prima fila contro l’ipotesi di creare a Carmagnola il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi.

“Fin dal primo blitz del Governo, avvenuto senza un’adeguata consultazione dei territori interessati, avevamo denunciato come l’area carmagnolese fosse inadatta a ospitare un deposito di questo tipo -prosegue la deputata- I lunghi mesi di approfondimenti con gli uffici comunali del territorio hanno soltanto confermato queste perplessità, producendo una serie di osservazioni che mettevano nero su bianco l’inidoneità del sito“.

La nuova presa di posizione dell’onorevole Montaruli fa seguito alla trasmissione secretata della Carta della aree idonee al Ministero della Transizione Ecologica: “Vogliamo chiarezza e velocità, non scelte calate dall’alto sulla testa dei cittadini” è la richiesta della parlamentare.

Deposito nucleare: “nessuna scelta su Carmagnola è stata ancora ufficializzata”