Facilitazione digitale: da gennaio attivi sportelli a Carmagnola e dintorni

323

Carmagnola capofila di un progetto dal 239 mila euro, finanziato dal PNRR, per la facilitazione digitale: da gennaio saranno attivi sei sportelli -anche a Santena, Cambiano, Poirino e Villastellone- oltre a un call center e tutorial.

facilitazione digitale carmagnola
Da gennaio attivi a Carmagnola, Santena, Cambiano, Poirino e Villastellone sei sportelli per la facilitazione digitale [immagine di repertorio – foto @ Pexels]
Il Comune di Carmagnola è stato individuato dalla Regione Piemonte quale capofila di un progetto di facilitazione digitale per il rafforzamento delle competenze digitali della popolazione.

Si tratta di una misura finanziata con 239 mila euro di fondi europei del PNRR, che porterà all’attivazione -da gennaio e fino a tutto il 2025- di sportelli fisici sul territorio e di supporto telefonico e online.

Attivo a Carmagnola il nuovo Sportello Digitale per lo Spid (e non solo)

«Verranno offerti servizi gratuiti di formazione sull’uso delle tecnologie, in particolare a quelle fasce più deboli che hanno scarsa dimestichezza con il digitale», spiegano da Palazzo Civico.

Si tratterà di attività di supporto o formazione uno-a-uno (ad esempio, come fare lo SPID) oppure in piccoli gruppi (lezioni sull’utilizzo dell’email, cenni di sicurezza informatica, password, eccc.) ma anche in modalità a distanza, tramite appositi webinar.

Il servizio sarà rivolto a tutti, con un occhio di riguardo per gli anziani, le associazioni e le scuole.

PNRR: 590 mila euro a Carmagnola per la digitalizzazione

In particolare, sul territorio, verranno aperti sei sportelli, di cui due a Carmagnola -uno in municipio e uno al Centro competenze di viale Garibladi, che saranno attivi in totale otto ore a settimane- altri due a Chieri, uno in biblioteca a Santena e uno itinerante a servizio dei Comuni collinari.

Gli esperti-facilitatori verranno forniti da due partner del Terzo Settore, Uscire Insieme Age Italia e Plin – Project for Learning Innovation, entrambi con sede a Cuneo.

Apre a Ceresole d’Alba uno sportello di facilitazione digitale

«Attiveremo inoltre un call center per la prenotazione degli appuntamenti allo sportello e per attività di help desk di primo livello, provando così a risolvere al telefono alcune problematiche più semplici -aggiungono dal Comune- Ci sarà a disposizione anche un sito internet dedicato, con delle pillole video e tutorial sui diversi argomenti, nonché un chatbot su WhatsApp».

Oltre a Carmagnola, il progetto di facilitazione digitale coinvolge anche i Comuni di Andezeno, Arignano, Baldissero Torinese, Chieri, Cambiano, Isolabella, Marentino, Mombello di Torino, Montaldo Torinese, Moriondo Torinese, Pavarolo, Pecetto Torinese, Pino Torinese, Poirino, Pralormo, Riva presso Chieri, Santena, Sciolze e Villastellone.

Prosegue la digitalizzazione del Comune di Carmagnola

«Si tratta di un servizio fondamentale per diminuire il “digital divide” e permettere a tutti di seguire le evoluzioni che si avranno fin dai prossimi mesi per quanto riguarda la comunicazione digitale tra gli Enti pubblici e i cittadini –commenta il sindaco, Ivana GaveglioDall’App Io al fascicolo sanitario elettronico, fino alle notifiche digitali: sono tanti i campi nei quali occorrerà essere preparati a interagire tramite il web».

L’obiettivo del progetto è di raggiungere almeno cinquemila persone in due anni.

Ricette mediche on line: come accedere al numero della ricetta elettronica