Asl TO5: 16 milioni di euro dal PNRR per nuove strutture sanitarie

1116

La Regione Piemonte ha approvato il piano di interventi legati al PNRR, per un totale di circa 16 milioni: nel territorio dell’Asl TO5 nasceranno due ospedali di Comunità (tra cui quello di Carignano), sette nuove Case di Comunità (anche a Carmagnola, Carignano, Poirino, La Loggia e Vinovo) e tre centrali operative.

PNRR Asl TO5 strutture sanitarie
L’ex Dispensario di via Avvocato Ferrero, a Carmagnola, oggi sede del Distretto sanitario, diventerà una delle nuove Case di Comunità dell’Asl TO5 grazie all’investimento dei fondi PNRR

Circa 16 milioni di euro derivanti dal PNRR arriveranno dalla Regione Piemonte all’Asl TO5, per potenziare la rete delle strutture sanitarie presenti sul territorio: l’investimento dei fondi europei permetterà infatti la creazione di due nuovi ospedali di Comunità -tra cui quello di Carignano, in via San Remigio 48, oltre a Nichelino- sette nuove Case di Comunità e tre centrali operative.

Le Case di Comunità saranno in gran parte nell’area del Carmagnolese: a Carignano, sempre in via San Remigio 48; a Carmagnola, in via Avvocato Ferrero 24 (ex dispensario); a Poirino, in via Gaidano 4; a La Loggia, in via IV Novembre 6 e a Vinovo, in via Vadone; altre due nasceranno a Trofarello e a Castelnuovo Don Bosco. L’investimento per queste strutture è previsto in 10,4 milioni di euro.

Novità per l’ospedale unico dell’Asl TO5, il neo direttore Pescarmona cambia rotta

Circa cinque i milioni di euro necessari per i due ospedali di Comunità, quasi 520 mila euro serviranno invece per le le tre nuove centrali operative -anch’esse interamente finanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza– a Chieri (piazza Pellico 1), Moncalieri (strada Vignotto 23) e Nichelino (via Debouché).

«È una grande notizia per la zona sud della Provincia di Torino: la Regione Piemonte ha saputo recepire in modo tempestivo le istanze di potenziamento e ammodernamento dell’offerta di servizi sanitari e del loro riavvicinamento alle persone in un’ottica di prossimità e qualità -commenta il consigliere regionale Davide Nicco (FdI), già sindaco di VillastelloneUn’esigenza che l’esperienza della pandemia ha riportato in primo piano in tutta la sua urgenza. È un risultato reso possibile anche dal costante lavoro di ascolto e confronto intrattenuto in questi mesi con le persone e i territori, ai quali va tutta la nostra gratitudine».

Fondi PNRR: Carmagnola capofila di un progetto da 80 milioni