Foresta condivisa del Po piemontese, nuovi alberi tra Carmagnola e Carignano

134

Oggi, sabato 11 giugno, si inaugurano nuove porzioni della Foresta condivisa del Po piemontese, tra cui quella alla Gora del Po Morto, tra Carmagnola e Carignano.

foresta del po carmagnola
L’azione di rimboschimento è stata portata avanti con il coordinamento dell’Ente Parco del Po (foto di Roberto Damilano)

Questa mattina, sabato 11 giugno 2022, saranno inaugurate tre nuove aree rinaturalizzate, grazie al progetto “Foresta condivisa del Po piemontese“, di cui una sul territorio comunale di Carmagnola, al confine con Carignano.

Si tratta, nello specifico, della Gora del Po Morto, all’interno della Zona Speciale di Conservazione e della Zona di Protezione Speciale (ZPS) IT1110025 “Po Morto di Carignano”, facenti parte del Parco naturale del Po piemontese e compresa nel sito della Rete Natura 2000.

Foreste del Po piemontese, un bosco condiviso contro i cambiamenti climatici

Sarà posta una targa del Rotary International Distretto 2031 che ha contribuito finanziariamente all’operazione di messa a dimora delle piante. Alla visita inaugurale saranno presenti, oltre al presidente dell’Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese Roberto Saini, il governatore del Distretto rotariano Luigi Viana e il suo predecessore Michelangelo De Biasio. Hanno aderito anche la sindaca di Carmagnola, Ivana Gaveglio, e il collega carignanese, Giorgio Albertino.

Il ritrovo è previsto alle ore 8:30 lungo la strada Villastellone-Carignano, al bivio per Tetti Faule.

Ringraziamo i soggetti privati che stanno contribuendo a questo progetto di rinaturalizzazione del fiume Po, in quanto di grande aiuto nel conseguire il risultato atteso di contrastare i cambiamenti climatici e di ricostituire il paesaggio fluviale“, commentano dall’Ente Parco.

Il Calendario Avataneo 2022 celebra il Po, dal Monviso a Torino