Intimidazioni mafiose agli amministratori: una serata a Carmagnola per parlarne

198

Venerdì 20 ottobre è in programma in biblioteca, a Carmagnola, la presentazione del rapporto di Avviso Pubblico “Amministratori sotto tiro – Intimidazioni mafiose e buona politica”.

intimidazioni mafiose carmagnola
L’auto del vicesindaco Cammarata, allora assessore, data alle fiamme nel 2017: una delle più gravi intimidazioni mafiose a carico degli Amministratori pubblici di Carmagnola

Venerdì 20 ottobre 2023, alle ore 18 nella biblioteca civica “Rayneri-Berti” di via Valobra 102 a Carmagnola, viene organizzato un evento aperto a tutti per presentare il rapporto intitolato “Amministratori sotto tiro – Intimidazioni mafiose e buona politica”.

«L’iniziativa si inserisce all’interno di un percorso formativo e di sensibilizzazione più ampio, promosso in collaborazione con l’Associazione “Avviso Pubblico – Enti locali e Regioni contro mafie e corruzione” e avviato grazie all’istituzione del Fondo per la legalità e per la tutela degli amministratori locali vittime di atti intimidatori relativo all’anno 2022-2023», spiegano dal Comune.

Carmagnola si schiera contro le mafie, ricordando le vittime innocenti

L’evento prevede i saluti istituzionali del sindaco Ivana Gaveglio, seguito dagli interventi dei seguenti oratori:

L’incontro sarà moderato da Silvia Nejrotti, responsabile formazione di Avviso Pubblico.

Carmagnola rende onore alle vittime di mafia: il video di TeleGranda

«L’obiettivo della nostra collaborazione con Avviso Pubblico è dare un contributo significativo alla promozione della cultura della legalità, mettere in luce le sfide che gli amministratori locali affrontano quotidianamente e ribadire il nostro impegno per una Politica sana e libera da influenze mafiose», commenta Ivana Gaveglio, sindaco di Carmagnola.

E invita i concittadini a partecipare a questo evento «e a unirsi a noi nella nostra determinazione a costruire un futuro migliore per Carmagnola, basato sui valori della giustizia, dell’onestà e della solidarietà».

Beni confiscati alle mafie: dalla Regione sostegno ai Comuni del Carmagnolese