Ortoflora 2023 si terrà di nuovo nel centro di Carmagnola

930

L’Amministrazione di Carmagnola conferma la scelta di organizzare nei parchi del centro cittadino l’edizione 2023 di “Ortoflora e Natura”, in programma a inizio aprile.

Ortoflora 2023 Carmagnola
Anche nel 2023 la rassegna florovivaistica “Ortoflora e Natura” si terrà in centro a Carmagnola (foto di Piero Rasero © Il Carmagnolese)

Visti gli ottimi riscontri ottenuti lo scorso anno, l’Amministrazione di Carmagnola ha confermato la scelta di organizzare nei parchi del centro cittadino l’edizione 2023 di “Ortoflora e Natura”, in programma nel weekend dell’1 e 2 aprile e nuovamente a ingresso gratuito.

In particolare, anche quest’anno, saranno coinvolti i Giardini Unità d’Italia e i Giardini del Castello, entrambi a fianco del castello municipale, con gli stand che si estenderanno fino al parcheggio di via Bobba proponendo il meglio del settore florovivaistico e orticolo, attrezzature e arredi da orto e da giardino, ma anche eccellenze agroalimentari e produzioni artigianali.

A un mese e mezzo dalla manifestazione abbiamo già ricevuto una sessantina di richieste da parte degli espositori e puntiamo ad averne un centinaio complessivi, come lo scorso anno -spiega l’assessore a manifestazioni e commercio, Domenico La MuraSiamo convinti che aver spostato l’evento in centro abbia permesso di fare un ulteriore salto di qualità, con tanti visitatori attratti sia dalla comodità di raggiungere la location anche in treno e dalla possibilità di scoprire la città“.

In parallelo, anche quest’anno il Comune di Carmagnola sta organizzando diverse iniziative collaterali, per favorire anche l’interazione dei visitatori di Ortoflora con il mondo del Commercio, a partire da bar, ristoranti e negozi: dagli artisti di strada alla scacchiera gigante, ma anche i trattori d’epoca, i giochi per i bambini ed esibizioni delle scuole di ballo. La chiesa di San Filippo ospiterà una mostra di bonsai.

Asproflor presenta le città candidate al concorso “Communities in Bloom”

Previsti anche alcuni allestimenti floreali in diversi punti della città, con fontane addobbate, l’arco fiorito all’ingresso del municipio e un “green carpet”, in stile Festival di Sanremo, in via Boselli, per unire la zona fieristica a piazza Sant’Agostino, cuore della città. Altri interventi sono ancora in fase di progettazione, coinvolgendo anche gli studenti della scuola di Agraria dell’Istituto superiore “Baldessano Roccati”.

L’idea è di dare vita nuovamente a due giorni di eventi che coinvolgano tutto il centro, con l’auspicio che i negozi stiano aperti anche la domenica -conclude La Mura- Per questo devo ringraziare innanzitutto gli sponsor dello scorso anno, che hanno tutti riconfermato il loro supporto, e quelli nuovi che si stanno avvicinando a Ortoflora, oltre agli uffici comunali per il grande lavoro organizzativo“.

Oltre cento Comuni Fioriti entrano a far parte dell’app Tabui