Polemiche sul 25 aprile, Nicco supporta il sindaco Gaveglio

121

Proseguono le polemiche sul 25 aprile a Carmagnola: il consigliere regionale Davide Nicco (FdI) si schiera con Gaveglio: «La sindaca ha agito correttamente, attacchi strumentali».

Davide Nicco polemiche sul 25 aprile
Il consigliere regionale Davide Nicco (FdI) durante un evento contro la violenza sulle donne [immagine di repertorio]
Il consigliere regionale Davide Nicco (Fratelli d’Italia) interviene per esprimere solidarietà alla sindaca Ivana Gaveglio e all’amministrazione comunale di Carmagnola “per gli attacchi strumentali ricevuti dall’Anpi e dal Partito Democratico” a proposito dell’organizzazione delle celebrazioni del 25 aprile e relative polemiche.

Carmagnola: duro scontro tra Anpi e Comune sul 25 aprile

Non si può delegare l’organizzazione di un evento di questo tipo a una specifica associazione senza applicare le procedure di evidenza pubblica previste dalla legge -dichiara Nicco- Così come non si può addossare al Comune la responsabilità di una mancata autorizzazione che non spettava all’Amministrazione civica ma alla Asl e che è stata motivata da precise ragioni amministrative e sanitarie che nulla hanno a che vedere con l’ideologia.

Per l’ex sindaco di Villastellone “non si può confondere la corretta applicazione delle norme con l’attacco politico -aggiunge- Sono regole che chiunque amministri la cosa pubblica ha il dovere di conoscere e rispettare“.

Pranzo della Liberazione: la risposta del sindaco di Carmagnola sul 25 aprile

Conclude Nicco: “Carmagnola e gli altri Comuni, fra cui Villastellone alle cui celebrazioni ho partecipato, hanno ben presente che la festa del 25 aprile è una ricorrenza nazionale e condivisa, che appartiene a tutti e non dev’essere monopolizzata da una parte politica. Per questo, anche guidato dalla lunga esperienza di amministratore locale, non posso che ribadire la correttezza dell’operato della sindaca Gaveglio e della sua Giunta, alla quale va tutta la mia solidarietà“.

Pranzo della Liberazione: la risposta del consigliere Sarno al sindaco Gaveglio