Progetto Simbiosi Carmagnola, i primi inserimenti lavorativi

647

Al via i primi inserimenti lavorativi destinati a soggetti fragili, resi possibili tramite il progetto Simbiosi grazie al 5xmille dei cittadini di Carmagnola.

progetto simbiosi carmagnola
L’avvio del progetto Simbiosi, promosso da Comune, Cisa 31 e Consorzio Solidarietà per favorire l’inserimento lavorativo delle persone fragili

Dopo poco più di un mese dal lancio del Progetto Simbiosi, sono iniziati i primi quattro inserimenti lavorativi finanziati dalla Città di Carmagnola grazie alle donazioni del 5xmille devolute al Comune dai cittadini con le scorse dichiarazioni dei redditi.

Il sindaco Ivana Gaveglio ha incontrato le persone beneficiarie (su 19) per dar loro il benvenuto all’interno del progetto e incoraggiarle a fare del proprio meglio per essere un esempio, sia come cittadini che come lavoratori. Successivamente sono state eseguite le visite mediche di routine e si è provveduto alla stipula dei contratti.

La risposta della Comunità nei confronti dell’iniziativa è stata molto positiva, con ben 13 aziende ospitanti candidate, alcune delle quali provenienti persino da Comuni limitrofi -fanno sapere dal Consorzio Solidarietà, che ha promosso il progetto insieme al Comune e al Cisa31- Si tratta di un bellissimo esempio di inclusione sociale, formazione specifica ed esperienze adulto-occupazionali promosse dal nostro territorio“.

Inserimenti lavorativi per disabili a Carmagnola grazie al progetto “Simbiosi”

Il Progetto Simbiosi è stato progettato per favorire l’inclusione lavorativa e sociale di persone con disabilità, residenti nel Comune di Carmagnola, e premiare, al
tempo stesso, le realtà locali che le accolgono.

Elevata anche l’adesione da parte di Enti e Associazioni del territorio, tra cui il cinema Elios, la Parrocchia di Salsasio, l’OAMI Carmagnola, le Cooperative Solidarietà Quattro e Sei, Asd Natural Farm e Agricolor Fattoria Sociale.

Il lavoro sinergico tra il Comune e il Consorzio Solidarietà ha permesso di individuare i soggetti più adatti a ciascun contesto, le mansioni da svolgere e la formazione necessaria per vivere in maniera positiva l’inserimento -commentano gli organizzatori- Simbiosi oggi nasce come sperimentazione positiva di inclusione, lavoro e formazione, ma ambisce a diventare una buona pratica da rinnovare negli anni a venire“.

Aiuti in Ucraina, missione compiuta: consegnati materiali sanitari e alimenti

Sia il sindaco che l’assessore alle Politiche sociali, Massimiliano Pampaloni, hanno infatti
hanno sottolineato la volontà dell’Amministrazione di continuare destinare le donazioni del 5xmille dei cittadini al Comune di Carmagnola a progetti di inclusione sociale e integrazione dei più fragili.

Ogni anno, in occasione della dichiarazione dei redditi, si può scegliere a chi devolvere il proprio cinque per mille: una scelta semplice e apparentemente poco influente che però, se sommata a quella di migliaia di persone, può fare la differenza -sottolineano- Il Progetto Simbiosi è solo una delle numerose iniziative che diventano possibili grazie a una crocetta, un esempio concreto, visibile e tangibile dell’impatto positivo che ogni cittadino può avere sulla propria Comunità“.

La piscina di Carmagnola è per tutti: inaugurato il sollevatore per disabili