Racconigi: Brunetti dice la propria sul crollo del muro in via dei Salici

435

L’ex sindaco Brunetti (“Racconigi in movimento”) esprime la propria opinione sul crollo del muro in via dei Salici e sulla polemica scaturita dall’evento: “la politica racconigese è tornata indietro di cinquant’anni”. 

Racconigi crollo muro Brunetti
Il crollo del muro a Racconigi in via dei Salici (foto: pagina Facebook Racconigi in movimento)

Giampiero Brunetti, ex sindaco di Racconigi e consigliere del gruppo “Racconigi in movimento”, dice la propria sul crollo del muro in via dei Salici e spiega la propria assenza alla conferenza stampa della minoranza.

“Il magazzino aveva problemi di staticità da diverso tempo, tanto è vero che la mia amministrazione aveva già provveduto alla messa in sicurezza con l’inserimento di alcune chiavi di contenimento –spiega Brunetti- Naturalmente con il passare degli anni la situazione è ulteriormente peggiorata. Più che fare polemiche prettamente elettorali, dovremmo per prima cosa rallegrarci che non è successo niente ad eventuali passanti”. 

A Racconigi è scontro politico sul crollo del muro in via dei Salici

E continua: “Vorrei fare presente alla Lista Tosello e al PD che denunciare adesso che i buoi sono usciti dalla stalla è troppo comodo, specialmente se si parla di crollo annunciato. Se era un crollo annunciato, perché la Lista Tosello, così attenta al bene dei cittadini e non alla campagna elettorale, non ha mai interrogato il sindaco e al momento dell’approvazione dei beni in disponibilità -tra i quali anche il magazzino- non ha mai sollevato il problema proprio per prevenire il fatto successo?”. 

Conclude il consigliere: “La politica racconigese è tornata indietro di cinquant’anni, quando le rivalità personali prevalevano sul bene della città. Pensare a fare una denuncia contro ignoti, che tanto ignoti non sono, non è politica amministrativa”. 

Federico Soldati confermato segretario del circolo PD di Racconigi