«RFI anticipi i lavori alla stazione ferroviaria di Carmagnola»

450

Il Consiglio comunale di Carmagnola ha approvato all’unanimità la richiesta a RFI – Rete Ferroviaria Italiana di anticipare i lavori alla stazione, al momento in programma dopo il 2026.

rfi stazione carmagnola
Il Consiglio comunale di Carmagnola chiede all’unanimità a RFI di rivedere le tempistiche dei lavori alla stazione di piazza XXX aprile (foto di Francesco Rasero per Il Carmagnolese)

«RFI trovi il modo per anticipare i lavori alla stazione ferroviaria di Carmagnola, che necessita di manutenzione straordinaria e dell’eliminazione delle barriere architettoniche oggi presenti»: questo il messaggio contenuto nel dettagliato dell’Ordine del Giorno che è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale, ispirato da quanto riportato nelle scorse settimane da “Il Carmagnolese”.

Stando a quanto dichiarato dalla stessa RFI alla nostra testata, infatti, l’intervento di riqualificazione e restyling dell’edificio di piazza XXX aprile risulta al momento calendarizzato a dopo il 2026.

Stazione di Carmagnola, doccia fredda da RFI: «i lavori di ammodernamento soltanto dopo il 2026»

«Tempi troppo lunghi rispetto alle attuali condizioni della nostra stazione», ha sottolineato la consigliera Margherita Toschino (Fratelli d’Italia), che ha messo a punto il documento, approvato dal Consiglio dopo essere già stato sottoscritto dalle forze politiche di maggioranza e di opposizione.

«Non dimentichiamo che si tratta di uno snodo importante per quantità di treni e numero di destinazioni servite, undicesimo in Piemonte per passaggi quotidiani e quarto tra le città non capoluogo -ha aggiunto Toschino- La stazione è infatti a servizio non solo di Carmagnola ma di una vasta area con molti utenti, oltre ad avere valenza storica, essendo stata inaugurata nel 1853».

rfi stazione carmagnola
La consigliera comunale Margherita Toschino (FdI) ha redatto e presentato l’ordine del giorno che sollecita RFI a intervenire in anticipo sulla stazione ferroviaria di Carmagnola

Nello specifico, l’ordine del giorno carmagnolese sollecita innanzitutto gli interventi già previsti da RFI (seppure -al momento- in calendario solamente tra parecchi anni, dopo il rinvio a causa della pandemia), a partire dall’innalzamento dei marciapiedi e dalla realizzazione di nuovi ascensori.

Il Consiglio comunale ha quindi aggiunto anche la richiesta di completare i lavori di manutenzione e quelli necessari alla totale riapertura del sottopassaggio, nonché il ripristino delle recinzioni lungo la ferrovia in direzione sud, a fianco della pista ciclopedonale di piazza Falcone e Borsellino.

Si stacca l’intonaco dalla pensilina della stazione di Carmagnola?

Per Toschino, che ha introdotto la discussione, la soluzione potrebbe essere quella di svincolare i lavori di ammodernamento della stazione -più urgenti- rispetto a tutti gli altri interventi di potenziamento delle linee ferroviarie «come peraltro già fatto altrove dalla stessa RFI».

Anche il centro-sinistra ha garantito pieno appoggio all’iniziativa («che non ha colore politico ma punta a migliorare la qualità della vita dei cittadini», ha sottolineato Ileana Garza di Carmagnola Civica)

«Eliminate le barriere architettoniche alla stazione Fs di Carmagnola»

Tutti i consiglieri hanno quindi votato a favore

L’Ordine del Giorno sarà ora inoltrato dal sindaco Gaveglio alla stessa RFI, ma anche a Trenitalia, al Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e a tutti gli Enti competenti, dal Ministero dei Trasporti all’Assessorato per le Infrastrutture della Regione Piemonte.

RFI: nel 2026 i lavori alla linea ferroviaria di Carmagnola e Racconigi