Ribaltone a Poirino: Nicholas Padalino batte Angelita Mollo e diventa sindaco

210

Nicholas Padalino, ex assessore della Giunta Mollo, ha battuto proprio la sindaca uscente, conquistando così la poltrona di sindaco di Poirino. Sisca il più votato.

Padalino poirino
Nicholas Padalino, neo-sindaco del Comune di Poirino

È Nicholas Padalino, funzionario a Pralormo, il nuovo sindaco del Comune di Poirino: ha dominato le elezioni amministrative, imponendosi con il 57,1% dei voti su Angelita Mollo, Prima Cittadina uscente della cui Giunta lo stesso Padalino ha fatto parte fino a qualche mese fa.

Poi la rottura e la scelta di Padalino di correre per la guida della città, con la lista “Civica Mente”, che ha saputo convincere 2.969 poirinesi, 736 in più di quelli che hanno votato per la riconferma di Mollo (il 42,9%)

Poirino: il sindaco Mollo rimuove gli assessori Padalino e Curiale

Il nuovo Consiglio comunale di Poirino

“Civica Mente” potrà così contare su 11 rappresentanti in Consiglio comunale, mentre “La Svolta”, la lista di Mollo, ne avrà 5.

Nella lista di Padalino hanno fatto incetta di preferenze Valeria Gioda (331), Lorenzo Guarnieri (324), Marina Fogliato (322), Giovanni Crivello (301), Alberto Fogliato (287) e Tonino Curiale (229), l’altro esponente dell’ex maggioranza Mollo che voltò le spalle alla sindaca.

Il voto nei Comuni del Carmagnolese: aggiornamenti in tempo reale sulle elezioni amministrative 2024

Stando alle proiezioni elaborate dal Comune, saranno consiglieri di maggioranza anche Cristiana Pavesio, Demetrio Meduri, Silvana Avataneo, Erica Bosco e Tiziana Marocco, tutti oltre i cento voti personali ciascuno.

Per “La Svolta” è da segnalare l’eccellente risultato dell’assessore uscente Marco Sisca, il più votato in città con ben 577 preferenze; la seconda della lista, Mariangela Marocco, si è però fermata a sole 190. Con loro, e Mollo, dovrebbero entrare in Consiglio come membri dell’opposizione anche Luigi Sandri e Anna Maria Cavigliato.

Poirino: Mollo e Padalino firmano il “Patto per la coesione e l’identità territoriale”