Sette “S” racchiudono le proposte di Frappampina per Carmagnola

1013

Nel programma per Carmagnola del candidato sindaco Roberto Frappampina vi sono sicurezza, salute, strade, sostegno, sociale, sostenibilità e sport.

Frappampina Carmagnola
Roberto Frappampina, candidato sindaco della Coalizione “Il futuro di Carmagnola”

La campagna elettorale del candidato sindaco Roberto Frappampina è stata scandita dalle “7 esse”, sintesi del programma della sua Coalizione “Il futuro di Carmagnola”: sicurezza, salute, strade, sostegno, sociale, sostenibilità e sport.

Ecco una sintesi delle proposte; il programma completo si trova sul sito www.ilfuturodicarmagnola.it.

Roberto Frappampina è candidato sindaco del “terzo polo” a Carmagnola

In tema di sicurezza, il cosiddetto “terzo polo” indica come obiettivi principali lo spostamento della caserma dei carabinieri in una zona meno trafficata ma di facile raggiungimento e un maggiore controllo della stazione ferroviaria, soprattutto nei giorni di mercato, anche tramite un aumento dell’organico della Polizia municipale. Previste anche nuove telecamere di video-sorveglianza.

«La sicurezza è alla base della piramide gerarchica dei bisogni di Maslow -sottolinea nel merito il candidato sindaco- Una città più sicura è una città con più turismo e più investimenti».

Roberto Frappampina: “la Salute deve essere una priorità”

Per quanto riguarda la salute, sono prioritarie l’apertura sicura e stabile del Pronto Soccorso e di tutti gli attuali servizi dell’ospedale San Lorenzo, così come la risoluzione all’inquinamento da tetracloroetilene in zona Bossola.

Tra le altre proposte, vi sono anche l’attivazione di un servizio navetta tra i borghi e il centro, per raggiungere ospedale, farmacie, studi medici e dentistici, nonché il potenziamento del Banco farmaceutico, a vantaggio delle cure per i soggetti più deboli, e progetti per la scuola volti all’educazione alimentare, sanitaria, sessuale e lotta contro il bullismo.

Roberto Frappampina, parte oggi il “giro borghi” per Carmagnola

A livello di viabilità (strade), i punti critici individuati riguardano innanzitutto il cavalcavia, San Michele e via Torino, oltre a citare la piazza di Casanova, via Molinasso, via Palazzotto e diverse altre aree in città e nei borghi.

Altri obiettivi principali sono la risoluzione del problema della tangenziale; la tempestiva pulizia dei tombini dei fossi e delle rive stradali tramite una squadra appositamente addetta; lo sviluppo ulteriore delle piste ciclabili, collegandole anche a quelle dei Comuni vicini; il potenziamento dei servizi navetta; l’ultimazione dell’illuminazione pubblica a led e la protezione dei tracciati pedonali.

«Per noi l’urbanistica va intesa non solo nell’accezione di “strade” ma riguarda diversi aspetti, tra cui arredo urbano curato, sicurezza, mobilità facilitata, spazi per l’aggregazione, spazi per la cultura diffusi, aree verdi attrezzate, orti urbani e giardini edibili con alberi da frutto», sottolineano dalla Coalizione.

Pasquale Sicilia in campo con Frappampina: sarà capolista

La parola “sostegno” viene declinata soprattutto nei confronti di imprese e giovani. Da un lato, si parla di snellimento burocratico e riduzione delle tasse per artigiani e commercianti; dall’altro, la creazione di un’area adibita alle manifestazioni, ai concerti e alle feste.

Completano le proposte il rinnovamento della Sagra del Peperone (da integrarsi con altri prodotti), la riedizione del Palio e della Giostra dei Delfini, la valorizzazione della canapa e la creazione di co-working, oltre alla sinergia con i Comuni limitrofi per aumentare il turismo nel territorio e la promozione degli eventi nei borghi e nelle frazioni.

Ultima settimana di campagna elettorale, poi parola alle urne

In ambito sociale, la Coalizione di Frappampina mette in primo piano l’emergenza anziani, con potenziamento dei centri di incontro e consegne a domicilio di medicinali e spesa, e l’attenzione alle vittime di violenza, offrendo assistenza giudiziaria, sanitaria e sociali.

Propone anche stage lavorativi per i giovani e la creazione della figura del “referente di borgo”, per migliorare il rapporto tra Amministrazione e frazioni. Esplicito il riferimento ai temi del benessere animale, a partire da lotta al randagismo e la gestione delle colonie di animali.

Proposte elettorali “dalla parte degli animali” ai candidati sindaco di Carmagnola

Relativamente a sostenibilità ecologica e temi ambientali, l’attenzione è rivolta in primis al tema dei rifiuti e del decoro urbano, con la proposta di una “tassa normativa per il micro-inquinamento”. «Vogliamo difendere la salute e la qualità della vita tramite la salvaguardia del verde e dell’aria».

Altri spunti riguardano la sostituzione delle auto comunali con veicoli elettrici o ibridi, la creazione di nuovi boschi urbani e di aree picnic, un dislocamento più capillare delle guardie ecologiche e l’installazione di distributori di acqua potabile nelle scuole.

Elezioni a Carmagnola, il Tavolo Sostenibilità indica 12 priorità ai candidati

L’ultimo punto del programma è dedicato allo sport, con la costruzione di ulteriori aree dedicate alle attività a corpo libero oltre a quelle presenti nel parco della Vigna, e un’attenzione particolare alla pratica sportivo-motoria da parte di alcune fasce deboli, come anziani e disabili.

«Lo sport unisce e aiuta a stare bene, risultando essenziale per il benessere psicofisico di tutti: è perciò importantissimo che sia accessibile a tutti e che siano disponibili aree a breve distanza dalla propria abitazione».

Lunedì 4 ottobre 2021 è in programma una maratona post-elettorale per conoscere l’esito del voto amministrativo, a cura di Carmagnola Tv e de Il Carmagnolese

In vista delle elezioni comunali a Carmagnola del 3 e 4 ottobre 2021, “Il Carmagnolese” presenta -uno al giorno, nell’ordine di sorteggio delle liste da parte della Commissione elettorale- i programmi dei tre candidati sindaco.

Ieri è stato pubblicato quello di Ivana Gaveglio; domani sarà la volta di quello di Angelo Elia.