Dna dei cani a Carmagnola, come mettersi in regola (ed evitare le multe)

466

Tutte le informazioni per mettersi in regola con i test del Dna dei cani per chi vive nel Comune di Carmagnola, dove sono partite le multe sia per chi non ha registrato il proprio cane sia per chi abbandona le feci.

dna dei cani carmagnola
Per evitare controlli e multe i cittadini di Carmagnola proprietari di cani devono mettersi in regola con le norme relative al Dna canino previste dai regolamenti comunali [immagine di repertorio – foto di flashingfuchur @ Flickr]
Per migliorare il decoro cittadino e garantire migliore tracciabilità dei cani presenti sul territorio di Carmagnola, è oggi pienamente operativo il progetto per la mappatura del Dna.

Il termine per eseguire il tampone salivare al proprio cane è scaduto lo scorso 30 settembre 2022. Nei mesi successivi c’è stato un “necessario periodo di rodaggio” del sistema, ora concluso con l’invio delle prime sanzioni legate agli abbandoni di feci sul territorio e l’avvio di nuovi controlli sugli animali non registrati.

Ecco quindi come fare per mettersi in regola ed evitare le multe previste per chi non rispetta il regolamento comunale in materia.

Carmagnola: scattano le prime multe per le feci dei cani grazie al Dna

Come fare se non si è ancora depositato il campione di saliva del proprio cane?
Il Comune di Carmagnola, nella consapevolezza di aver introdotto un nuovo adempimento e per agevolare i cittadini, si è assunto a proprio carico i costi dall’avvio dell’iniziativa (gennaio 2019) al 30 settembre 2022, offrendo 45 mesi di gratuità. Dal 1° ottobre 2022 i costi della mappatura genetica sono a carico del cittadino. L’Ente, per agevolare coloro che per un disguido o per qualsiasi altra problematica non avessero comunque potuto provvedere al tampone, ha comunque previsto una tariffa convenzionata di 40 euro per ciascun cane non ancora censito. Per aderire, occorre versare l’importo alla Tesoreria Comunale (Banca Monte dei Paschi di Siena, agenzia di Carmagnola, piazza IV Martiri 8), tramite bonifico bancario all’IBAN IT18T0103030261000001425920 oppure sul conto corrente postale 30965107 intestato alla Tesoreria Comunale. La causale del pagamento deve riportare la dicitura “Dna canino” + Cognome e Nome del proprietario del cane + numero di microchip/tatuaggio del cane. La ricevuta va inviata tramite email all’indirizzo protocollo.carmagnola@cert.legalmail.it oppure portata personalmente all’Ufficio Protocollo in municipio; dovrà inoltre essere esibita all’atto del deposito del campione presso il veterinario.
Il campione di saliva sarà prelevato senza altri costi aggiuntivi nello studio veterinario incaricato, in via Torino 47, dal lunedì al venerdì tra le ore 17 e le ore 19. È possibile far prelevare il campione di saliva anche presso altri studi veterinari presenti in Città dove potrebbe, a discrezione del medico, essere previsto un costo aggiuntivo per la prestazione.

“Dna dei cani, un’idea interessante e valida scientificamente”

Quali sono le sanzioni per chi non è in regola con il tampone?
Le Guardie volontarie convenzionate con il Comune di Carmagnola hanno la facoltà di controllare l’avvenuto deposito del campione di Dna e, nelle prossime settimane, saranno avviati appositi controlli per verificare il rispetto dell’obbligo di identificazione genetica dei cani. Se non dovesse risultare l’avvenuto deposito del campione salivare del cane intestato, sarà applicata la sanzione prevista dal regolamento, da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro.

Dna canino: il Comune di Carmagnola investe altri 18 mila euro in due anni

Cosa fare in caso di cambio di residenza o proprietà del cane?
Per aggiornare l’anagrafe canina -qualora ci siano state variazioni relative alla residenza o alla detenzione/proprietà del cane- occorre rivolgersi allo Sportello animali d’affezione con sede presso l’ospedale, nella Palazzina Boasso, aperto il lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12. Per informazioni: telefono 011-9719055; email anagrafe.canina@aslto5.piemonte.it.

“Dna canino, quanto ci costi?”, Pd ancora all’attacco

Come fare per i nuovi cani?
È prevista la gratuità totale per il test salivare nel caso in cui il cane sia di nuova detenzione, acquisito dal proprietario residente in territorio comunale a seguito di passaggio di proprietà/adozione o contestualmente all’apposizione del microchip da meno di 60 giorni. Sono esenti dall’obbligo di identificazione genetica i cani i cui proprietari/detentori siano titolari di allevamenti e/o di negozi per animali.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Ufficio Ambiente – Igiene urbana ai numeri 011-9724384 o 260 o 258; email ambiente@comune.carmagnola.to.it.

Feci dei cani e decoro urbano a Carmagnola, è scontro sui social (e non solo)