Elezioni, Piobesi: la lista Viviamo Piobesi presenta i propri candidati

186

La lista Viviamo Piobesi, candidata alle elezioni amministrative di giugno, ha presentato tutti i candidati della propria lista.

Viviamo Piobesi
La squadra presentata dal gruppo Viviamo Piobesi alle elezioni amministrative di giugno 2024

Dopo la ricandidatura dell’attuale sindaco Fiorenzo Demichelis, la lista Viviamo Piobesi presenta la propria squadra: tra i candidati 9 conferme e 4 nuovi ingressi.

Il gruppo è composto da: Elena Balaudo, assessore uscente con due legislature alle spalle, l’attuale vicesindaco Antonio Ghione, decano della politica piobesina, Stefania Arnaudo, per la terza volta candidata con Viviamo Piobesi, Fabio Pellegrino, giovane già alla sua seconda esperienza politica, Corrado Bartolo, assessore uscente e colonna portante di Viviamo Piobesi, Andrea Roasio, che si conferma una figura instancabile e sempre presente nel gruppo, Marco Alessiato, giovane e brillante consigliere uscente, Elena Mattio, assessore nell’ultima legislatura e le new entry Riccardo Gandiglio, Barbara Barbero, Giulia Valente e Annalisa Astegiano.

Notizie gratis ogni giorno con il canale Whatsapp de “Il Carmagnolese”

Desideriamo ricordare le ragioni per le quali la nostra lista civica, che da mesi lavora in silenzio, abbia scelto di chiedere a Fiorenzo Demichelis la disponibilità nel ricandidarsi a sindaco per la terza volta -fanno sapere dal gruppo- Riteniamo infatti che il risultato più importante che Fiorenzo abbia conseguito sia stato soprattutto uno: l’aver fatto di Piobesi, grazie al suo esempio quotidiano, una vera “comunità”. Piobesi non è più semplicemente una località geografica: è una casa, un luogo di appartenenza, di crescita e di realizzazione“.

Concludono dal gruppo: “Fiorenzo è capace di essere un sindaco “fra la gente”. È presente a tutte le manifestazioni organizzate dal Comune, sempre il primo ad arrivare al mattino e l’ultimo ad andarsene la sera: pulisce, organizza spazi, monta e smonta gazebi, sposta sedie e panche con semplicità e disponibilità contagiose. Se lo si vuole incontrare di persona non è indispensabile dover richiedere appuntamento in ufficio: incrociandolo per strada è disponibile a fermarsi con chiunque abbia bisogno di parlargli, per un suggerimento o per la segnalazione di un problema. Un leader naturale, capace di coinvolgere le persone e farle lavorare insieme per il bene comune, un autentico “primus inter pares” al servizio della sua comunità”. 

Piobesi: nuovi attrezzi per il fitness in piazza della Costituzione