Il gruppo “Le Nuvole” e l’incontro con Papa Francesco

913

L’Associazione per persone diversamente abili “Le Nuvole” si è esibita con una performance di cheerleading davanti a Papa Francesco. Protagoniste anche due ragazze di Poirino. 

le nuvole papa francesco
Prima lezione di Hip Pop per il gruppo “Le Nuvole”, di ritorno dall’esibizione in Vaticano davanti a Papa Francesco

Il gruppo “Le Nuvole”, Associazione per persone diversamente abili, insieme ad altre tre associazioni sportive del Piemonte, si è esibito in piazza San Pietro con danze e acrobazie, dinanzi a Papa Francesco.

Dopo la selezione della FIDS Piemonte, le quattro squadre si sono ritrovate per allenarsi e prepararsi al grande evento: il gruppo “Le Nuvole” ha messo a punto una speciale esibizione di cheerleading che ha visto, tra i suoi partecipanti, anche due ragazze di Poirino, Simona Centonze e Martina Grosso

Papa Francesco, un ecologista nella predica e nella pratica

Racconta Isabella Berardo, presidentessa dell’Associazione: «Quando ci è arrivato l’invito eravamo increduli, tanto da non riuscire nemmeno a renderci conto della grandezza della proposta. Abbiamo iniziato subito ad allenarci, ritrovandoci anche con le altre squadre, ma ci veniva frequentemente detto che, per via delle condizioni di salute del Papa, avremmo saputo solo all’ultimo se effettivamente avrebbe assistito alla performance o meno. Sono trascorse settimane ed è poi arrivato il momento di partire… forse è stato solamente lì che ci siamo tutti resi conto di quanto tutto quello fosse reale». 

Dopo l’esibizione, le “Nuvole” hanno avuto modo di incontrare ancora più da vicino il Pontefice e di consegnargli il libro di poesie scritto da loro, “Nulla si sa ma tutto si immagina”, ideato durante il Covid mettendo insieme varie frasi e versi che ragazzi e ragazze avevano scritto seguendo dei temi proposti giornalmente.

«L’esperienza in Vaticano è stata senza dubbio toccante –prosegue Berardo- Ho visto persone solitamente timide nel gruppo gridare di gioia ed emozionarsi dinanzi al Papa, una cosa che sarà per sempre impressa nella mia memoria».

Tre poirinesi tra i vincitori del campionato nazionale di cheerleading

Nonostante l’incontro con il Papa sia stato un momento importante per il gruppo e gli abbia dato una buona visibilità, rimane comunque limitativo circoscrivere “Le Nuvole” attorno ad un unico progetto realizzato.

L’Associazione è infatti attiva da diversi anni sul territorio e con il tempo si è espansa e migliorata, cercando di puntare ad obiettivi sempre più ambiziosi. Il Gruppo nasce infatti 12 anni fa, proponendosi di creare uno spazio comunitario e di amicizia per persone diversamente abili di ogni età, a partire dai 17/18 anni. 

Il gruppo “Le Nuvole” premiato dal governatore Cirio

«Ancora lavoravo in ambito scolastico e alcuni genitori di ragazzi diversamente abili  iniziarono a chiedermi di organizzare attività per i loro figli, che spesso si trovano esclusi dalle attività ricreative al di fuori della scuola -racconta Berardo- Così ho iniziato a organizzare settimanalmente delle cene con due ragazzi: ma, con l’aumento delle famiglie interessate, è nata l’idea di creare una vera e propria Associazione, ad oggi formata all’incirca da una ventina di persone».

Una volta creato il gruppo, il nome è stato scelto direttamente dai membri: è stato fatto scrivere a ciascuno su un foglio il nome che più si preferiva, e da lì è nata la denominazione “Le Nuvole”.

«Aprire l’associazione, o meglio, portarla avanti, non è stato facile: le attività che proponiamo a volte vengono criticate da chi percepisce la disabilità come sinonimo di passività -prosegue- Ma la realtà è che le persone diversamente abili sono persone che possono essere attive, solo che per paura spesso le persone attorno creano limitazioni inesistenti».

Gruppo Le Nuvole, obiettivi e progetti per i ragazzi speciali

Inizialmente i ragazzi e le ragazze di “Le Nuvole” si incontravano per attività ricreative: cene, serate a ballare, giornate al mare, ma con il tempo il progetto si è espanso.

Pian piano l’attenzione si è rivolta anche verso attività artistiche e poetiche e infine l’associazione ha deciso di dedicarsi anche all’ambito sportivo, aprendo diversi corsi, accolti in una palestra di Alba: cheerleading, bandiera, acrobatica, tamburi e, da pochi giorni, hip pop. «Siamo il primo gruppo per persone diversamente abili in Italia ad aprire degli allenamenti sportivi di questo genere», sottolinea Berardo.

«Anche inserirsi nel mondo dello sport non è stata una passeggiata -continua la presidentessa- Non a caso abbiamo puntato a sport molto rari in Italia, se non inesistenti, per le persone diversamente abili. Inoltre è da tempo che stiamo richiedendo alla FIDS di creare una categoria speciale perché spesso, fino ad ora, abbiamo potuto solamente esibirci, senza effettivamente gareggiare. Siamo fiduciosi del fatto che questa categoria venga creata a breve, anche grazie al fatto che stanno sorgendo nuove associazioni sportive per persone diversamente abili, sia al nord che al sud».

“Dio e il mondo che verrà”, Domenico Agasso jr intervista Papa Francesco

Grazie alla sua tenacia, anche durante il Covid il gruppo è rimasto in piedi: venivano giornalmente inviati esercizi o attività da svolgere, condivise con tutto il gruppo tramite dei video.

È poi sempre durante la pandemia che nasce il libro “Nulla si sa ma tutto si immagina” che, oltre ad essere stato donato al Papa, è stato acquistato in 400 copie dal Consiglio Regionale del Piemonte e distribuito in diverse biblioteche del territorio.

“Le Nuvole”, intriso di attività ludiche, artistiche, poetiche e sportive, è quindi un gruppo che vuole essere più di un’Associazione: una comunità di amici. Ogni anno, ad esempio, organizzano una vacanza settimanale in qualche località, e non mancano mai cene o serate in compagnia . 

Una realtà che si propone di andare oltre all’idea di “accudimento” della persona diversamente abile, puntando invece a renderla attiva e protagonista delle proprie giornate.

Giornata Internazionale per le Persone con Disabilità, i dimenticati della pandemia