Polo logistico Conad, le perplessità del M5S Carmagnola

376

Il M5S di Carmagnola esprime i suoi dubbi sul progetto del Polo logistico Conad a Santa Rita: «questa Amministrazione non ha visione per il futuro».

Conad carmagnola m5s
Un rendering di come potrà essere il polo logistico Conad a Carmagnola

Dopo aver assistito alla seduta della II Commissione -da cui sono nate anche le polemiche tra PD e Maggioranzail Movimento 5 Stelle (M5S) di Carmagnola ha diramato un comunicato ufficiale in merito al futuro Polo logistico Conad a Santa Rita, documento nel quale esprime «forti preoccupazioni per il futuro della città» e che pubblichiamo integralmente di seguito:

La seconda Commissione ha approvato la variante del nuovo polo logistico della Conad, ma l’incontro impone molte riflessioni, cominciando dall’atteggiamento risibile del sindaco che riconduce la richiesta di spostamento della riunione del consigliere Tosco al mero scontro politico, costringendo circa trenta cittadini in una stanzetta di 10 metri quadri tra armadiature e tavolo.

Assistere a detta riunione è un diritto dei cittadini, e tali diritti vengono prima anche del sindaco, dei consiglieri e delle loro idee politiche.

Carmagnola: polo logistico Conad in Commissione, polemica del PD

I professionisti che si occupano del progetto per la Conad, hanno presentato le opere di compensazione previste e gli studi condotti sull’impatto del polo per l’inquinamento e la circolazione stradale.

Noi non siamo contro la realizzazione di esso ma, per quanto meritorie, le opere non possono compensare la problematica principale, cioè la mancanza della circonvallazione che già veniva citata per il polo logistico della Lidl e che ancora non esiste e che quando (speriamo) verrà realizzata allevierà solo il traffico su via Sommariva poiché la parte nord è a tutt’oggi un miraggio!

Condividiamo l’osservazione del PD sul fatto che anche se gli studi evidenziano il non cambiamento dei tempi di percorrenza delle strade cittadine, questo non può essere considerato positivo, poiché la quantità di camion che circoleranno in Carmagnola aumenterà ancora e già oggi essa risulta non sostenibile per la cittadinanza coinvolta.

Nuovo polo logistico Conad a Carmagnola: ecco come sarà e gli impatti previsti

Aggiungiamo la nostra osservazione sull’inesistente visione di questo Comune. A margine della riunione abbiamo chiesto ai professionisti del progetto lumi sull’autosufficienza elettrica del polo, odierna e futura.

Pur non avendo potuto rispondere nel dettaglio tecnico, si è palesata l’intenzione del Conad di rendere autosufficente il polo: ci chiediamo quindi perché il Comune non abbia richiesto il massimo disponibile prevedendo l’imminente futuro che si prospetta di camion elettrici e delle nascenti comunità energetiche.

Concludiamo ripetendo che il problema non è e non può essere un nuovo insediamento che porta posti di lavoro in città, ma l’incapacità del Comune di gestire con visione del presente e del futuro la creazione dell’insediamento stesso. Come avevamo già evidenziato in passato, questa Giunta non ha visione per il futuro della città.

“No a poli il-logistici”: Legambiente in piazza contro il consumo di suolo