Storia e storie della Prima Guerra Mondiale a Carmagnola

231

Un ricco programma allestito dal Comune per celebrare il centenario della fine del conflitto. Si inizia venerdì 26 con la mostra “La Grande Guerra: testimonianze carmagnolesi” e la proiezione del docufilm “Fango e Gloria” dedicato alla Prima Guerra Mondiale.

 

prima guerra mondiale carmagnolaAl via da venerdì 26 ottobre il ricco programma di celebrazioni organizzate dal Comune di Carmagnola per celebrare la fine della Prima Guerra Mondiale, di cui quest’anno a novembre ricorre il centenario.
Una ricorrenza storica molto importante, che vogliamo ricordare con una serie di iniziative di carattere culturale, gratuite e aperte a tutti“, sottolineano dall’Amministrazione civica.

Accanto alla consueta commemorazione del 4 novembre, Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, quest’anno saranno proposti molteplici appuntamenti volti a ricordare il periodo 1915-1918 e i tanti carmagnolesi che parteciparono al conflitto.

Venerdì 26 ottobre, alle 20,15 nel salone polivalente di viale Garibaldi 27 (piazza Italia), inaugurazione ufficiale della mostra “La Grande Guerra: testimonianze carmagnolesi”.
La mostra -realizzata in collaborazione con Cai Carmagnola, Anmi – Associazione nazionale Marinai d’Italia, museo civico navale, Associazione nazionale Alpini, Associazione nazionale Carabinieri e il museo storico nazionale d’Artiglieria- proporrà una panoramica sulla Prima Guerra Mondiale, con cimeli e documenti, nonchè sui carmagnolesi che vi parteciparono.
Accanto ad armamenti, divise e fotografie d’epoca, saranno esposti ricordi delle famiglie carmagnolesi, lettere, piccoli oggetti che i concittadini spedirono dal fronte -spiegano gli organizzatori- Tutti materiali documentali provenienti dall’archivio storico del Comune per ripercorrere insieme la Storia di quegli anni e le storie dei carmagnolesi che parteciparono al conflitto“.
La mostra sarà visitabile il sabato e la domenica (27-28 ottobre, 3-4 novembre e 10-11 novembre) in orario 10-12 e 15-19; sarà inoltre aperta la sera di martedì 30 ottobre e nelle mattinate infrasettimanali su richiesta delle scuole.

Sempre venerdì, alle 21 nel salone polivalente, al termine dell’inaugurazione della mostra, è in programma la proiezione del docufilm “Fango e Gloria”, di Leonardo Tiberi, a cura dell’Associazione Ex Allievi del liceo Baldessano-Roccati.
Il docufilm mescola filmati originali della Grande Guerra, tratti dagli archivi dell’Istituto Luce e del Regio Esercito a momenti di fiction per raccontare la storia di Mario, giovane chiamato alle armi e la Storia dell’Italia di inizio secolo.
Introduce la serata il generale Antonio Zerrillo.

Martedì 30 ottobre, alle 21 sempre in via Garibaldi 27, conferenza a cura di Antonio Zerrillo dal titolo “La Grande Guerra che cambiò l’Italia e il ruolo delle donne nel conflitto”, con possibilità di visita alla mostra. Ingresso libero.

Domenica 4 novembre, commemorazione istituzionale del Giorno dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate, con ritrovo alle ore 10,50 nel palazzo comunale.
A seguire, commemorazione in piazza Sant’Agostino e messa nella chiesa Collegiata SS. Pietro e Paolo Apostoli.

Lunedì 5 novembre, alle 21 nei locali del cinema Elios di piazza Verdi 4, “La grande guerra comunicata”: lo storico Gianni Oliva racconta la Grande Guerra attraverso le copertine della Domenica del Corriere e la proiezione di cortometraggi d’epoca, con accompagnamento musicale dal vivo a cura di Lorenzo Cipolla. Una serata per scoprire come il Cinema e i giornali raccontavano la guerra agli italiani.

Mercoledì 7 novembre, alle 10 sempre all’Elios, proiezione riservata alle scuole del docufilm “Fango e Gloria”.

Sabato 10 novembre, alle 10 (per le scuole) e alle 21 (per tutta la popolazione) nel salone polivalente di viale Garibaldi 27, spettacolo musicale “La Grande Guerra”, a cura della Società Filarmonica Carmagnolese, con la collaborazione del Gruppo Teatro Carmagnola e del Coro di Monteu Roero.
Musica, canti e lettura di testi per ripercorrere insieme la Prima Guerra Mondiale.

Commenta l’assessore alle manifestazioni, Vincenzo Inglese: “Con questo programma di eventi abbiamo l’obiettivo di coinvolgere i carmagnolesi e in particolare le giovani generazioni nel ricordo degli eventi della guerra ormai lontana e nel ricordare i concittadini che vi parteciparono in prima persona. Colgo l’occasione per ringraziare le associazioni combattentistiche, il Cai, il museo navale e tutti i cittadini che si sono resi disponibili a condividere documenti, immagini e piccoli materiali per la mostra in Piazza Italia. Sono tutte testimonianze personali e familiari che arricchiscono la mostra e portano con sé il ricordo di un’Italia ormai lontana su cui poggiamo le nostre radici. Ringrazio inoltre il museo storico nazionale d’Artiglieria di Torino per la collaborazione. Invito tutti a partecipare alle iniziative, che sono completamente gratuite, per ricordare un pezzo di Storia d’Italia e della storia della nostra città”.