Racconigi, da fine giugno la residenza “Arcobaleno” sospende le attività

196

L’Asl Cn1, il Consorzio Monviso Solidale e il Comune di Racconigi informano che, con la fine del mese di giugno, sarà sospesa l’attività della residenza “Arcobaleno”, che opera da vent’anni a favore delle persone con disabilità.

Racconigi residenza Arcobaleno
L’operatività della struttura è sempre stata a cura del Consorzio Monviso Solidale

“Con la fine del mese di giugno saranno sospese le attività alla residenza “Arcobaleno” di Racconigi: a darne notizia sono l’Asl Cn1, il Consorzio Monviso Solidale e il Comune di Racconigi.

La struttura di proprietà dell’Asl Cn1, la cui operatività a cura del Consorzio Monviso Solidale è attiva da oltre vent’anni, ha realizzato a favore di persone con disabilità sia progetti di inserimento, vista la disponibilità di 12 posti residenziali convenzionati, sia numerosi progetti di accoglienza temporanea e di sollievo.

La decisione è stata presa di comune accordo tra l’Asl Cn1 e il Consorzio Monviso Solidale a causa di alcune problematicità: la poca funzionalità della struttura ospitante, collocata su più piani e poco adatta al soddisfacimento dei bisogni di un’utenza adulta con disabilità gravissima, e l’età avanzata degli ospiti, che ha reso necessaria una rivalutazione socio-sanitaria della loro condizione da parte dell’Asl Cn1 e la conseguente esigenza di individuare una collocazione più idonea.

Il nuovo polo sanitario di Racconigi sorgerà a Villa Biancotti-Levis

La residenza era anche stata oggetto di un protocollo d’intesa tra Comune, Consorzio e
AslCN1, finalizzato a provare ad inserire la struttura all’interno dell’immobile “Biancotti
Levis”, per darle una più funzionale collocazione.

“La priorità dei servizi è rivolta principalmente ad individuare un nuovo contesto di vita per gli ospiti della struttura, in collaborazione con le famiglie e i parenti, che possa rappresentare per loro un ambiente protettivo e al medesimo tempo attento a garantire
continuità con le progettualità attuate sinora dall’équipe professionale dell’Arcobaleno. In
particolare per alcuni di loro è già stata individuata una soluzione all’interno della struttura
“Angelo Spada” di Racconigi –fanno sapere dall’Asl e dal Consorzio- Contestualmente i servizi si impegnano a individuare sul territorio nuove opportunità, attraverso una ricognizione delle strutture disponibili, al fine di garantire continuità alle accoglienze temporanee e di sollievo, servizio che attraverso l’Arcobaleno soddisfaceva le
necessità di molte famiglie afferenti al territorio del Consorzio”.

Racconigi intitola alcune aree pubbliche a cittadini che si sono distinti