Sì al MES, prosegue la raccolta firme al mercato di Carmagnola

303

Questa mattina, sabato 31 ottobre, nuovo appuntamento al mercato di Carmagnola (9-13) con il banchetto di raccolta firme per dire “Sì al MES”, promosso dal Comitato Italia Viva.

Italia Viva banchetto Sì al Mes Carmagnola
Il banchetto di raccolta firme organizzato lo scorso mercoledì al mercato carmagnolese

Nuovo banchetto a Carmagnola questa mattina, sabato 31 ottobre 2020, di raccolta firme per dire “sì” all’utilizzo dei fondi MES.

L’appuntamento è al mercato cittadino, dalle 9 alle 13, e sono già oltre 100 le persone che si sono fermate a firmare lo scorso mercoledì.
La petizione è promossa e organizzata dal Comitato Italia Viva del Carmagnolese e del Chierese.

Sì al Mes: una raccolta firme a Carmagnola e dintorni

Con quei fondi europei, dal 16 maggio il sistema sanitario avrebbe potuto essere rafforzato, per rispondere oggi meglio alla seconda ondata della pandemia: tamponi di massa, scuole in sicurezza, tracciamenti, terapie intensive, vaccini antinfluenzali, medicina del territorio -spiega il coordinatore IV, Pier Antonio Pasquero- Ora contiamo i danni: pronto soccorso chiusi, tra i quali quelli di Carmagnola, oltre 10 ore per fare un tampone. L’attivazione di quel fondo a tasso negativo ma di importo molto consistente, oltre 36 miliardi, avrebbe imposto alla classe dirigente nazionale e locale una corsa a diventare il ‘primo della classe’, ovvero il primo a prendere dei provvedimenti seri“.

Le firme sono raccolte su una petizione rivolta al presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, alla sindaca metropolitana, Chiara Appendino, e al presidente dell’Anci Piemonte, Andrea Corsaro, per chiedere loro di sostenere l’approvazione del MES.

“Pari dignità e pari diritti per Carmagnola”: il sindaco Gaveglio contro la Regione per la chiusura h24 del Pronto soccorso