Ecocentro di Carmagnola, tra code e lavori di sistemazione

231

Situazione in miglioramento all’ecocentro di via Monteu Roero a Carmagnola per quanto riguarda code e attese dovute alle norme anti-Covid. Pampaloni: “a breve lavori di sistemazione dell’area di conferimento, per un valore di 20 mila euro”.

Ecocentro carmagnola code in diminuzione
L’assessore all’igiene urbana di Carmagnola, Massimiliano Pampaloni, ha annunciato lavori di sistemazione al centro di raccolta comunale di via Monteu Roero

Dopo la riapertura a seguito il periodo di lockdown, sono state frequenti nelle ultime settimane le code all’ecocentro di via Monteu Roero a Carmagnola, con i tempi d’attesa che si sono prolungati rispetto al passato anche a causa delle misure di sicurezza anti-contagio che sono state introdotte.

Se il servizio non funziona, si rischia che i cittadini siano disincentivati a recarsi al centro di raccolta, con conseguenze sul corretto conferimento dei rifiuti ed eventuali abbandoni -hanno scritto i consiglieri comunali del Partito Democratico in un’interpellanza che è stata discussa nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale L’Amministrazione comunale ha intenzione di prendere misure per velocizzare le operazioni all’interno dell’ecocentro, ad esempio rivedere le rampe e la collocazione dei cassoni? Non ritiene opportuno quanto meno informare i cittadini sugli orari da preferire per evitare le code?“.

La replica è stata affidata all’assessore Massimiliano Pampaloni, delegato all’igiene urbana: “Dopo quasi due mesi di chiusura, l’area ha avuto criticità per una decina di giorni, visto anche l’accesso limitato a tre utenti per volta (norma prevista almeno fino al prossimo 15 luglio, ndr) -ha spiegato- Ora la situazione si sta normalizzando, con al massimo quattro auto in attesa. Non prevediamo pertanto di apportare modifiche al servizio“.
Nell’occasione, l’assessore ha anche sottolineato che è ripartito il servizio di raccolta degli abiti usati.

Pampaloni ha quindi colto l’occasione per annunciare alcuni interventi previsti: “Spenderemo circa 20 mila euro per sistemare tutta l’area di conferimento, dalle balaustre ai cassoni, migliorando l’illuminazione e rifacendo le pompe anti-incendio. Valuteremo anche se riusciremo a fare in modo che, sul terrapieno, sia possibile il passaggio di due macchine, in modo da ridurre i tempi“.

Il capogruppo Dem, Paolo Sibona, ha preso atto della risposta, sottolineando come “offrire una modalità comoda di conferimento è il modo migliore per scoraggiare comportamenti scorretti, come gli abbandoni di rifiuti“.